Vai al contenuto

La Libia dei “miracoli”

maggio 18, 2012

mcc43

Non intendiamo miracoli  come eventi fausti e risolutivi, ma come inspiegabili deviazioni dall’ordinario corso degli eventi valutati secondo la logica: la “resurrezione” di un membro della famiglia Gheddafi, il leader di un paese traballante che si rintana in ospedale e un terrorista che si propone come costituzionalista!


Miracolo numero uno: Khamis Gheddafi resuscita per  la sesta volta.

Non lo afferma un  blog “verde” , ma una voce ufficiale della nuova Libia. Dal nuovo quotidiano libico Libya Herald  

L’asserzione è di fonte anonima vicina al Comitato Supremo per la Sicurezza:  Khamis è ancora vivo, abbiamo informazioni secondo le quali è stato in costante contatto con il fratello Saadi attualmente a Niamey, Niger. Si suppone che i due stiano complottando per minare la sicurezza in Libia. La fonte ha anche affermato che un certo numero di compagni di Khamis sono stati arrestati e che le forze di sicurezza libiche sono pronte a intervenire  “al momento giusto.”

Come si può minacciare la sicurezza della Libia se nel paese non vi è alcuna sicurezza? E’ “operazione psicologica”, volta a giustificare la persistenza delle bande armate che spadroneggiano nel paese e nessuno riesce a disarmare, nemmeno in vista delle elezioni che si terranno il 19 giugno.

****

Miracolo numero due: Mustafà Abdul Jalil “affaticato” dal non fare

C’è un unico punto sul quale i cittadini  libici concordano: il  CNT e Governo “non stanno facendo niente”. Ciononostante il leader del CNT, è  riuscito ad affaticarsi tanto da finire  in ospedale. Da  Bloomberg Businessweek

“ Il capo del CNT libico Mustafà Abdul Jalil è ospedalizzato per stress e affaticamento dovuti al lavoro, riferisce la Libya News Agency – citando la dichiarazione di Mustafa Abdul Jalil ai reporter che lo hanno visitato all’ospedale di Bnegas -  secondo la quale egli necessita di qualche giorno di riposo”.

Si dice anche che è stato anche sottoposto ad intervento chirurgico per ernia, ma ciò non giustifica un periodo di assenza tanto lungo, essendo trascorse ormai quasi due settimane dall’evento. In periodo pre-elettorale, appare più credibilmente una mossa studiata per defilarsi dalle  tempestose relazioni istituzionali, dalle frequenti contestazioni della piazza di Bengasi e dai miliziani,  sempre sull’orlo di una crisi di nervi .


****

Miracolo numero tre: Abdel Hakim Belhadj candidato alle elezioni

Da terrorista di Al Qaeda  ad aspirante costituzionalista.  Da  BBC  

Mr. Belhaj ha detto di aver consegnato nella notte di lunedì le sue dimissioni dichiarando alla Associated Press che ora è “tempo di entrare in politica”.
Ha detto di aver  lasciato il Consiglio militare di Tripoli al fine di competere nelle elezioni del prossimo mese come leader del Partito della Nazione.
Alle elezioni i libici dovranno eleggere l’Assemblea costituente: 200 membri che redigeranno la Costituzione che per dare un assetto politico al paese. Mr. Belhadj, ha dichiarato alla BBC che tutti i ribelli e miliziani dovrebbero ora entrare nelle forze di sicurezza dello stato o nelle istituzioni e dedicarsi a ricostruire la Libia.

Un invito al disarmo da un terrorista è grottesco, ma ora che ha fatto il salto  il truce personaggio tenta di scongiurare la sorte di un altro candidato, assassinato nei giorni scorsi nel sud del paese.

About these ads
3 commenti leave one →
  1. maggio 18, 2012 10:18 pm

    Al direttore dell’ospedale di Bengasi hanno sparato ferendolo al braccio. Avrà curato male Jalil?? :)
    ciao

    • maggio 19, 2012 6:26 pm

      ciao :) Secondo un sito cinese (!) una dichiarazione dell’ospedale in data 8 maggio parlava di una dimissione entro un paio di giorni. Ma ancora oggi Jalil non è citato in nessuna news. Tiene un profilo basso, anzi bassissimo. O è stato davvero curato male? ;)

  2. maggio 19, 2012 12:22 pm

    This piece of writing will assist the internet people for building
    up new blog or even a blog from start to end.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 542 follower