Skip to content

Tripoli: Operazione canto della Sirena /dal 27 al 29 agosto

27 agosto 2011

  Sarà ancora vivo?  

Cosa hanno visto i suoi occhi?

C’è ancora un padre

per stringergli la mano,

giocare e imparare

a cantare come lui

nelle processioni?


   Avrà ancora la tartarughina?

 

Sa ancora avvicinarsi fiduciosa

 per fare amicizia? 

  E il fratello?  

  Ho dimenticato i nomi,

 ma ricordo la loro allegria

         

e vorrei….

           

       

aggiornamento ore 11.30 da Repubblica:

Mentre la Nato e i ribelli attaccano a Sirte un convoglio di sei veicoli è andato verso il Paese vicino. Un’unità degli insorti ha intercettato le vetture senza riuscire a fermarle. A riferire del passaggio del corteo è stata l’agenzia egiziana Mena, ma la notizia non è stata confermata. L’Algeria ha voluto mantenere un atteggiamento “neutrale” e non ha riconosciuto il Cnt. I tre italiani arrestati un mese fa e poi liberati dagli insorti attesi per oggi. Il console: “Li aspettavamo da 48 ore. Torneranno al più presto”. Dopo i combattimenti notturni, Tripoli oggi si sveglia in silenzio, resta una città sotto assedio, in agonia.

No, non può essere, avendo tanto declamato nei giorni scorsi che la strada verso la Tunisia era controllata dai ribelli.
Ora scivola  alla chetichella una  carovana di blindati ? Avevano molto cash per comprarsi l’anima dei ribelli?


O dobbiamo finalmente tirare le conclusioni?

* Non è credibile che:

La Nato creda più di me a quanto dichiarano via via ribelli sul campo e del CNT

Che le intelligence britanniche francesi e della Cia con i mezzi di cui dispongono non riescano a mappare dove si trova, e da dove emanano i proclami di Gheddafi

* E’ credibile che:

I ribelli dicano ciò che viene suggerito dagli operatori occidentali sul campo

Che la Nato intenda creare un mito, dopo un multimilionario Bin Laden nelle grotte, un multimilionario Gheddafi pellegrino braccato

Che non solo sappia dove si trova, ma che intenda farlo trovare quando sarà soddisfatta di aver sufficientemente terrorizzato la popolazione, bastone, e vorrà arrivare con la “democrazia”, carota. E come l’arrogante  Saddam fu a forza cacciato in una cantina, chissà quale set cinematografico e quali costumi stracciati prepareranno per il vanitoso Gheddafi.

Che l’opinione pubblica mondiale sia considerata in blocco una massa di bamboccioni che non ricorda oggi quello che è stato detto promesso fatto ieri.  

Riassunto notizie del giorno 27    

1)    Smentito che Gheddafi  sia fuggito in Algeria. Mi resta la sensazione di un avvertimento mafioso a Bouteflika che non ha riconosciuto il CNT come rappresentant della Libia.

notizia del 29da Alegerie Focus Per sbloccare lo stallo libico, forti pressioni degli Usa, e della Turchia, affinché l’Algeria  accolga Gheddafi e lo ponga sotto sorveglianza

In ragione del fatto che  la guerra in Libia rischia di estendersi all’Algeria minacciando  la sua stabilità, agitata da movimenti sociali che toccano tutto il paese, scossa dalle accuse sempre più violente dei ribelli libici, le autorità algerine non sanno più dove battere la testa! E è in questo contesto che gli americani moltiplicano i loro sforzi per ottenere delle concessioni. 

Era mafiosa  sì quella notizia!

2)   CNT dichiara  emergenza umanitaria a Tripoli, manca l’acqua. Certamente da quando la Nato gli ha spianato la strada bombardando l’acquedotto, ma nessun media ha parlato delle conseguenze allora.

3)   Il  Comandante militare di Tripoli è  Abdelhakim Belhadj . Chi è? Una carriera nei gruppi armati islamisti, veterano della guerra in Afghanistan(finanziata dagli Usa)  contro la Russia.
Era in prigione a Tripoli,  Gheddafi lo aveva amnistiato  insieme ad un folto gruppo  di altri terroristi. Ecco cosa erano le famose “cellule dormienti” dei ribelli in Tripoli!  Criminali islamisti che i governi occidentali assicurano di combattere.

Ora pensiamo ai soldi visto che il CNT continua a battere cassa.

La mia opinione è questa, già scritta ” Scongelate, scongelate… e l’Italia ha già scongelato. Rubare fondi sovrani ora si chiama “scongelamento”. Se poi scongeli in favore di qualche nebulosa organizzazione politica, chances are … che li dai con la destra e li riprendi con la sinistra, ovviamente  decurtati del pizzo ribelle .”

Meglio citarne di più informate e articolate delle mie, come il post Libia/Gattopardo a Tripoli del il giornalista Andrea Semplici  che dice tutto già dal titolo

Come l’articolo sul Guardian di Dennis Kuchinic,  rappresentante democratico al Congresso americano,    Time to end Nato’s war in Libya   Quoto un passaggio

L’azione Stati Uniti della guerra contro la Libia probabilmente ha ecceduto  la soglia di 1bilione di $  Questo ammontare straordinario di soldi per un intervento che agli americani era stato detto non sarebbe durato  “giorni settimane” può essere spiegato solamente guardando alla guerra come un investimento, ed a controllo sulla ricchezza della Libia come un’opportunità di avere  un ritorno su quel investimento. Cinico? Allora ditemi per quale altro motivo  noi siamo in guerra  in Libia.

Rispondo io “Perché  Gheddafi aveva intenzione di fare una carneficina” Motivi umanitari  hanno detto  Sarkozy, Cameron, Obama, e poi Berlusconi . Chi comprerebbe una macchina usata da costoro? Eppure la maggioranza silenziosa ha fatto di sì con la testa e non ha voluto vedere che la carneficina la stavano già facendo a Bengasi  le bande ( non i cittadini!) dei ribelli, sugli avversari politici e i libici o i lavoratori di colore tacciati di essere mercenari. Ora i morti veri si contano a migliaia e non si rialzeranno più. Mentre i fautori della “guerra giusta”, gli “armiamoci e partite” godranno i vantaggi economici delle nuove condizioni di negoziazione del petrolio.

Riassunto delle notizie del 28 agosto

“Notizie” non è definizione esatta: la tragica condizione di vita dei cittadini di Tripoli senza acqua ed energia elettrica prosegue gta tempo, non nasce dal momento in cui lo ha dichiarato il CNT ai giornalisti.

Il resto sono duplicazioni e rilanci, oppure fandonie:

La richiesta di Geddafi di trattare, orgogliosamente rifiutata dai ribelli? Ecco  dal Guardian

Ibrahim Moussa, portavoce del regime, ha  che chiamato l’ufficio di New York della Associated Press Sabato sera e ha detto che  Gheddafi voleva che suo figlio Said conducesse  colloqui con il Consiglio nazionale di transizione. Ibrahim, è stato identificato solo dalla sua voce .  

Quando  il governo libico ha proposto di trattare lo ha comunicato attraverso un capo di stato

(articolo Corriere del 30 maggio)

 Muammar Gheddafi è pronto per una tregua dai combattimenti in Libia, è pronto ad accettare l’iniziativa dell’Unione africana di un cessate il fuoco che porrebbe fine a tutte le ostilità, compresi gli attacchi aerei della Nato. Lo ha detto Jacob Zuma, presidente del Sudafrica e rappresentante dell’Unione africana che ha incontrato Gheddafi a Tripoli. Zuma non ha però detto che Gheddafi è pronto a lasciare il potere, che invece è la richiesta principale dei ribelli.

Il CNT aveva rifiutato. Chi può sapere se di sua iniziativa o già sotto tutela Nato? Probabile la seconda versione.
Comunque Zuma questo rifiuto se l’è  legato al dito ( quando la first lady Michelle Obama in giugno era in visita in Sud Africa non l’ha ricevuta) e rifiuta di riconoscere il CNT

‘Vogliamo una situazione inclusiva, con tutti i gruppi coinvolti nel conflitto seduti intorno a un tavolo per risolvere insieme i problemi – prosegue la nota – Devono mettersi insieme e negoziare un processo pacifico che porti alla formazione di un governo transitorio inclusivo e alla democrazia in Libia”. A questo ”governo inclusivo” sarebbero aperte le porte dell’Unione Africana.

 

Domani promette di essere una giornata interessante visti gli sviluppi algerini…..


Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

zeitderreife

Meine Bilder, Gedanken und Emotionen

FirstOneThrough

Israel Analysis

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: