Skip to content

Obama sapeva: AlQaeda combatte sotto la bandiera del CNT

5 settembre 2011

Andiamo a ritroso: Obama sapeva che elementi di AlQaeda combattono  con i ribelli.
Lo ha ammesso Mercoled’ 31 agosto il consigliere antiterrorismo del Presidente Obama, John Brennan, con una dichiarazione che sembra scritta  da uno dei Guzzanti in un momento di grazia:

“Alcuni membri del LIFG (Al Qaeda’s Libyan Islamic Group Offshot) ebbero in passato connessioni con AlQaeda in Sudan, Afghanistan e Pakistan. Alcuni li hanno poi interrotti. Sembra, dalle loro dichiarazioni e dal sostegno per stabilire la democrazia in Libia, che questa fazione del LIFG non supporti Al Qaeda. Certamente controlleremo se ciò è vero o fanno solo scena”

Effettivamente  proprio il LIFG è entrato in Tripoli e il Jiadhista Belhadj si è autoproclamato governatore di Tripoli, ovvio che il CNT finora dichiara di volersi insediare a Tripoli ma si guarda bene dal farlo.  Sfacciato, oltre che terrorista?  Belhadj chiede le scuse dell’Inghilterra, avendo saputo dai file segreti ritrovati negli uffici governativi che furono gli Inglesi a catturarlo e consegnarlo agli americani, che poi lo spedirono da Gheddafi il quale lo chiuse nella prigione di Abu Salim.  Terrorista ma torturato? Belhadj dichiara che durante la detenzione nella prigione libica fun terrogato e atrocemente torturato da agenti dell’Intelligence inglese.

Ero rimasta stupita che i fuggitivi del governo avessero lasciato dietro di sè i documenti comprovanti collegamenti di Gheddafi con la CIA  perchè non sono nè un diplomatico nè una spia. Non avevo capito la sottile efficace mossa di Gheddafi.

Quei documenti comprovano al mondo il suo antiterrorismo rispetto ai  tempi in cui sosteneva l’Ira,  una svolta che  altrimenti  sarebbe rimasta ignota all’opinione pubblica.  Ufficializzano anche l’ attività di intelligence per individuare i terroristi infiltrati in Libia (già in un altro post ho ricordato che fu lui il primo a spiccare un mandato di cattura su Bin Laden, che però era troppo ben protetto per averne danno) e sono corredati  con mappe dei movimenti giorno per giorno degli estremisti, Al Qaeda e di altre organizzazioni operative, e relativi indirizzi.  I documenti trovati comprovano altresì la stretta e continuativa collaborazione con le agenzie antiterrorismo di tutti i paesi occidentali.  Come a dire: quell’eccentrico  lavorava per noi, per rendere più sicure le nostre città!!

Gravissima l’accusa che viene da Israele, che certo nemica degli Usa non è,  nell’articolo intitolato “US confirms al Qaeda members’ role in rebel command. Qaddafi contacts them“. 

“Fino ad ora, il Presidente Barack Obama ha sottovalutato la previsione di Gheddafi che la ribellione scoppiata contro di lui avrebbe aperto ad Al Qaeda le porte del potere in Libia” 

Oltre a questa precisa chiamata alla responsabilità, l’articolo contiene notizie da cui si evince che Gheddafi il 31 agosto  ha proposto un cessate il fuoco per evitare un bagno di sangue.  Lo ha proposto agli alleati? No. Al CNT? Nemmeno. Ha contattato quelli che ora contano in Libia: il comandante militare di Tripoli, Belhaj, l’uomo  che già in Afghanistan lavorò per  Al Qaeda. 

E’ chiara dunque la mossa di Gheddafi: faccio sapere al mondo che il terrorismo l’ho combattuto,vi ho avvisato che si sarebbe impadronito della Libia, non mi avete dato retta, adesso per salvare il mio paese dalla carneficina di una guerra civile devo prendere contatto proprio con l’Al Qaeda che giurate di voler combattere. 

E’ la prima volta che questo marchio in franchising del terrorismo arriva, ed apertamente, tanto in alto: al vertice di un organismo che la comunità internazionale considera legittimo.

La guerra in Libia apre, pertanto, una nuova epoca e l’espressione “lotta al terrorismo” deve essere ridefinita.

Il senatore americano Joe Lieberman prende la palla al balzo per accusare il presidente Obama di essere troppo morbido con i terroristi per timore di offendere i musulmani.

L’accusa tende a confondere le acque, a rinverdire il pregiudizio anti-religioso, va certamente respinta, ma è legittimo chiedergli:
Presidente,

perchè si è cacciato in questa avventura che potrebbe essere la sua Baia dei Porci,

se perfino Gheddafi l’aveva avvisato?


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

zeitderreife

Meine Bilder, Gedanken und Emotionen

FirstOneThrough

Israel Analysis

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: