Skip to content

Sarkozy, Cameron e Obama a scuola da De Niro

4 ottobre 2011

         
“E’ nuovo solamente quello che avete dimenticato”

Disse la modista a Maria Antonietta entusiasta del  cappello tanto abilmente rimodernato
da apparire nuovo fiammante.

Qualcosa di simile succede con le notizie,  prima e durante gli interventi bellico-umanitari: il copione è sempre lo stesso, rimodernato nell’apparenza. Dovremmo avere più memoria, visto che chi non ricorda e impara dal passato è costretto a riviverlo.

§§§     1 Fiction         §§§ 

“Lei convincerebbe un cane a dimenarsi al posto della sua coda!”  Esclama un’immaginaria portavoce della Casa Bianca a un immaginario faccendiere incaricato di salvare  da uno scandalo un (non tanto immaginario)  presidente americano.  Questa è la  trama  di Wag the dog,  un film di Barry Levinson del 1997. L’intraducibile gioco di parole per dire: quando è la coda che fa scodinzolare il cane, è stato stoltamente reso in italiano con “Sesso e potere” e illumina su come l’uomo della strada balli come un orso al suono delle fandonie della tv.

Dustin Hoffman interpreta un produttore cinematografico di Hollywood, Robert De Niro il trafficone incaricato di inventare un diversivo. Una vera lezione di truffa televisiva.

– Vuoi che io produca la “tua” guerra?
– No, solo l’apparenza, abbiamo bisogno di un team, di una canzone, delle immagini, una sceneggiatura.

E Hoffman, piazzando la  foto di paesino similbalcanico alle spalle di un’attrice, che tiene fra le braccia una confezione di patatine, digitalmente trasformata in gattino bianco, crea il caso umano. Il  presupposto per l’intervento militare in Albania.

– L’Albania?
– Già.
– Perché?
– Perché no? Che ne sa degli albanesi?
– Niente.
– Ecco, è un popolo sfuggente. Come dire, non è trasparente. Lei cosa sa   dell’Albania, cosa sa degli albanesi? Chi si fida degli albanesi?
– Ho capito, ma che male ci ha fatto l’Albania?
– Non ci ha neanche mai fatto del bene. Ecco perché dobbiamo far scaldare i reattori dei B3.
.

Fatto centro al primo colpo, la finzione cresce. C’è un soldato yankee  da ripescare dietro le linee nemiche.  Migliaia di scarpe  improvvisamente pendono dai rami degli alberi a testimoniare sdegno e  volontà della gente di salvare il soldato che ha “shoe”, scarpa, nel suo nome. Occorre trovarne uno vero che gli presti volto e parola. Non importa se al momento clou si rivelerà un impresentabile demente psicopatico: si rimedia improvvisando morte e funerali. Il gigantesco fake riesce e la gente, per tutto il tempo ritenuto necessario, non pensa più alla realtà e al presidente.

Regista – Se Kissinger può avere il Nobel per la pace, non sarei sorpreso se a me assegnassero quello per la cucina.
Faccendiere – Be’ sì, ma il nostro presidente la pace l’ha portata davvero!
Regista – Sì, ma la guerra non c’era!
Faccendiere –  A maggior ragione, ancora più difficile!

 

Da godere questa scena dell’unico video che in You Tube compare doppiato in italiano.

O quest’altra in originale,

§§§     2 History         §§§

Come nel film gli aerei B3 non esistono, così non esistevano  nelle ultime guerre: le armi di distruzioni di massa in Iraq, i mandanti dell’11/9 in Afghanistan, i 10000 morti in pochi giorni in Libia.
Ma se si allude,  poi si ripete e si dosano bene gli ampliamenti dell’affabulazione, in poco tempo la maggioranza scodinzola sdegnata esigendo  l’intervento umanitario.
E la minoranza che non scodinzola? Pff… quelli! Ideologici-nemici-dell’occidente-amici-dei-dittatori-zitti-a-cuccia.

dopo  il 20 ottobre 2011 (?) a Sirte (?) 

link al  post: Libia, Nato, Televisioni e guerra … Photoshop

2 commenti leave one →
  1. mrm permalink
    22 ottobre 2011 3:38 pm

    sai, quando è iniziata questa cosa della libia, avevo pensato anch’io proprio a questo film…

    Mi piace

    • 22 ottobre 2011 4:59 pm

      E’ un commento che mi rincuora! Più siamo e meglio è. La conosci la favola degli abiti nuovi dell’imperatore? Ci vogliono tanti che, senza essere dentro le segrete cose, solo guardando realmente abbiano il coraggio di dire la Nato … è nuda.
      mille grazie, ciao

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

مدوّنة مريم

“Each generation must discover its mission, fulfill it or betray it, in relative opacity.”

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

TU PUZZI

Com'è grande il pensiero che veramente nulla a noi è dovuto C. Pavese

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Hic Salta!

LE MONDE N'EST PAS ROND

Artistic webzine on migration, borders, human rights

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

Lorenzo Piersantelli

Tutto ciò che mi circonda, nel bene e nel male, è un haiku....

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

"Chi non dice quello che pensa, finisce per non pensare quello che non può dire" Giovanni Sartori

John Tevis

Analyst and Writer

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Anna My World Of Makeup

Rencesioni e tutorial Makeup Moda & Lifestyle

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India)

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

JIHADOLOGY: A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

Carmine Aceto

Il mondo è pieno di altri

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

pietervanostaeyen

Musings on Arabism, Islamicism, History and current affairs

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages. (un blog à venir)

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: