Vai al contenuto

Psyop su Gheddafi? Ognuno giudichi da sè

ottobre 20, 2011

mcc43

*********marzo 2012 *******E’ mia ferma convinzione che sulle circostanze della cattura e uccisione di Muhammar Gheddafi, nonchè sui suoi ultimi giorni di vita, vi sia ancora moltissimo da scoprire. Qualche indicazione verso i reali avvenimenti può essere ottenuta mettendo a confronto le varie versioni e le “indiscrezioni” emerse nei mesi successivi. Seguirà un articolo nel quale riassumerò tutti gli elementi. Lo rende opportuno, oltre al mio intendimento personale, l’alto numero di visite che questo post, e gli altri di argomento simile, continuano a registrare dopo molti mesi dal fatto. .********

questo post prosegue
in Ora si può credere
in   Moussa Ibrahim ha confermato al morte di Gheddafi ???

§§§§

AlgeriaIsp, agenzia di notizie,  mette a confronto fotografie di Muhhamar Gheddafi apparse alla tv Aljazeera:

PRIMA FOTO MOSTRATA DA AL JAZEERA

SECONDA FOTO MOSTRATA DA AL JAZEERA : GHEDDAFI UCCISO

ora 12.23 per entrambe “la foto”, aventi lo stesso numero progressivo.

fonte

http://www.algeria-isp.com/actualites/politique-libye/201110-A6559/libye-seul-porte-parole-moussa-ibrahim-est-courant-etat-kadhafi-octobre-2011.html

attenzione il sito potrebbe non aprirsi, Algeria ISP è stata bloccata per molte ore

DAL BLOG DI GilGuySparks

Hai visto questa? http://twitter.com/#!/sormiou12/status/127103569563357186/photo/1

i patrioti della resistenza non devono scoraggiarsi quindi li capisco nel loro insistere…
SomaliaSupport Somalia_ GOOD NEWS TOMORROW IS A BIG DAY 21.OCTOBER.2011. AND ANOTHER GOOD NEWS ALL THOSE LIES OF MSM ARE CIA-MOSSAD-MI6 TROLLING.#LIBYA#

Hanno combattuto contro una valanga di menzogne per tutti questi mesi… facciamo la nostra parte per aiutarli. Gil

e in realtà aiutiamo anche noi stessi, travolti dalla violazione di ogni regola : legalità internazionale, libertà della stampa,

Questa è la foto a cui rimanda il link di twitter:

§§§§§§§§§§

da repubblica.it

Il cappellino dei New York Yankees messo alla rovescia, come un rapper. Una maglietta con il cuore trafitto dalla freccia di Cupido. Portato in braccio dai suoi compagni e acclamato come un eroe al grido di “Allah è grande”. Si chiama Mohammed Al-Bibi, ha solo 20 anni ed è l’uomo del giorno. Sarà vero oppure no, nella storia probabilmente ci entrerà lui: il ragazzo che uccise Gheddafi, quello con in mano la pistola d’oro trafugata dal corpo del dittatore.

La storia che ruota attorno agli ultimi minuti di vita del raìs è, come spesso avviene in queste occasioni, avvolta nel mistero. Le notizie via via si sono susseguite discordanti: versioni dei fatti completamente differenti e addirittura un paventato scambio di persona.

Secondo il racconto dello stesso Mohammed, era stato proprio lui a scovare Gheddafi, nascosto in una buca. Un attimo per guardarsi, la supplica “non spararmi” e poi l’esecuzione. Ma un video 2 che ha cominciato a circolare prima su internet e poi ripreso da Al Jazeera racconta una realtà diversa: una volta catturato il raìs era ancora vivo. Ferito, ma vivo: trascinato verso un pickup e fatto sdraiare sul cofano. Camicia sbottonata, capelli arruffatti, il tentativo inutile di parlare.

Un’altra versione ancora, supportata dalla testimonianza del giornalista libico Mahmoud al-Farjani, raccontava di un Gheddafi combattente fino all’ultimo. E ucciso dai colpi in combattimento alle gambe e al petto.

Un altro gruppo di testimoni ha raccontato ad al-Jazeera una terza versione. Avrebbero visto gli uomini del Cnt catturare Gheddafi, schiaffeggiarlo sul volto, sbeffeggiarlo e quindi sparargli a sangue freddo. Una tesi che potrebbe essere compatibile con il video diffuso dal network.

Nel frattempo i siti web vicini al Consiglio di transizione nazionale davano un altro nome e cognome del miliziano che avrebbe ucciso il raìs, cioè quello di un altro ragazzino, il 18enne Ahmed al-Shibani. Anche lui portato in trionfo dai suoi compagni con in mano la pistola personale di Gheddafi. Cioè la stessa scena, ma con protagonista diverso. Mohammed però la pistola d’oro in mano ce l’aveva davvero, a beneficio dei fotografi.

Di sicuro la questione non riguarda solo chi e come finirà sui libri di storia. Di mezzo ci sono tanti soldi. Sulla testa del dittatore libico pendeva infatti una taglia da 20 milioni di dollari, “vivo o morto”. E per chi saprà raccontare meglio la propria versione dei fatti il futuro è assicurato.

§§§

da Haaretz

Libya PM: Gadhafi died in crossfire between loyalists, NTC

Jibril afferma che Gheddafi era vivo quando fu catturato ed è morto prima di arrivare in ospedale, nessuno ha dato ordine di ucciderlo, è stato colpito da un proiettile durante lo scontro a fuoco fra ribelli e lealisti al braccio destro. Poi quando l’ambulanza si è messa in movimento è stato ancora colpito da un proiettile alla testa.

§§§§§§

Dal sito americano AfriSynergy un video al rallentatore con delle confutazioni della versione del CNT

About these ads
17 commenti leave one →
  1. ottobre 20, 2011 9:39 pm

    E’ uno schifo assoluto!!!
    Mi si rivolta lo stomaco, vero o falso che sia, il vedere l’ignobile ignominia dell’uomo.
    L’ho sempre sostenuto da decenni: l’uomo è la peggior specie animale esistente nell’universo e per tale motivo è stato relegato in questa terra spersa nello spazio infinito.

  2. ottobre 20, 2011 9:39 pm

    ma i libici che vedono aljazeera si bevono tutto?

  3. ottobre 20, 2011 9:45 pm

    Grazie a tutti e due, anche io sono indignata e disgustata. Anche io non capisco come i libici pro CNT a questo punto non abbinano paura , o forse ce l’hanno ma non lo sapremo mai.,

    Può essere che l’abbiano ucciso: MA QUANDO? COME? TRADITO DA CHI? E’ vergognoso chei media non chiedano questo! Con la Libia cade lultimo barlume di democrazia apparente nell’occidente.

  4. ottobre 20, 2011 9:49 pm

    @ Pitocco Infatti è detto da millenni che l’uomo è impastato con il fango. Mi ha sempre colpito nel Corano la scena in cui Iblis, il Lucifero della Bibbia, rifiuta di inchinarsi alla nuova creatura, scandalizzato perchè già si sa che porterà disastri nella creazione. Eppure il Dio, lo esige, Mistero insondabile.

  5. TUTTO CIO' CHE SI IMMAGINA E' REALE permalink
    ottobre 20, 2011 10:06 pm

    sono venuto a conoscenza della cosa oggi pomeriggio tramite un’amico, ma non so perche non ci ho creduto, e non vedevo l’ora di tornare a casa dopo il lavoro per collegarmi tranquillamente ad internet e seguire la cosa, il primo sito che sono andato a controllare per informarmi e stato il tuo, lo so che mi credi, e non mi sbagliavo. ho avuto dal tuo sito la conferma di quello che gia avevo pensato, che dire…………..sono nauseato, ma allo stesso tempo incazzato al massimo, perche vedo che spudoratamente danno queste notizie tipo fiction in tv e nessuno capisce cosa c’è dietro veramente. ciao un’abbraccio e buon lavoro!!!

  6. ottobre 20, 2011 10:22 pm

    Oggi è stato un continuo surf in rete…e ogni momento un brivido – e non è finita ora devo aggiornare il post –
    Ma ti voglio dire quello che penso di questi ultimi due o tre gg
    1) si riprende la notizia di Khamis morto mesi fa . TV Arrai non è “di” Gheddafi, ricordiamolo, ma di un uomo d’affari iracheno
    2) cade Bani Walid con immagini che non chiariscono il luogo
    3) oggi Sirte caduta
    4) il colonnello dato nel su Sahara “protetto” dai Tuareg oggi misteriosamente è lì
    5) lì c’è anche Mutassim , e pure lui ucciso
    6) Saif è lì. è Zlitan, è a Bani Walid ma in ogni caso è morto e il suo cadavere arrivato allaeroporto di Misurata, oppure è ferito e in ospedale.
    Questo Niagara di eventi dopo la visita di Clinton che butta lì l’dea che è bene catturarlo o ucciderlo, e prima della mobilitazione indetta per domani.

    PUO’ essere che l’abbiano ucciso – sarebbe troppo grossa tutta questa buriana: MA QUANDO? COME?
    Grazie, spero di non deluderti, è così facile cadere in trappola!

    • TUTTO CIO' CHE SI IMMAGINA E' REALE permalink
      ottobre 20, 2011 11:35 pm

      ma scherzi!? cmq restiamo a vedere cosa succede e quali saranno gli sviluppi, io ti ripeto non cambio opinione, è una fiction!! come lo sono sempre state. ma secondo te….se io domani ti chiamo e dico ma senti un pò, perche non facciamo che tu, invece di gestire solo il tuo blog, io ti do la possibilità di gestirli tutti ma insieme a me ed i miei compari, e in piu guadagni un triliardo di volte i soldi che ci hai prestato. vuoi fare il morto? ma questo non vale per te che so bene che persona sei, ma magari per un saddam, un mubarak, un osama bin laden, per i prossimi in lista etc. come la vedi?

      • TUTTO CIO' CHE SI IMMAGINA E' REALE permalink
        ottobre 20, 2011 11:49 pm

        poi parlano di mancata possibilità di processare queste persone, in quanto mai arrestate, o prese vive per lo meno per poter fare giustizia, ma vorrei capire chi li processerebbe poi, o chi dovrebbe fare giustizia, tutti gli addetti ai lavori per quanto riguarda il boicottaggio, l’occultismo, il depistaggio, il cospirazionismo, il tradimento, gli stragisti internazionali, organi del NWO….chi? ma per piacere, almeno non facciamoci pigliare per i fondelli fino a questo punto.

        • ottobre 21, 2011 12:08 am

          Una delle straordinarie falsità è stata tutta la faccenda del mandato di cattura, i discorsi su processi, ecc. Di cosa accusi uno che non aveva cariche ufficiali? Dovresti trovare qualcuno che dica : io ho ucciso x persone perchè lui me lo aveva ordinato. E credo che qui i soldi non basterebbero, che te ne fai di un mione di dollari se poi ti appendono insieme a quello che ti ha dato l’ordine?
          Perchè, perchè, la gente si fa prendere per i fondelli? Facciamo un convegno!

      • ottobre 21, 2011 12:04 am

        Nel leggere che resti alla tua opinione – e io voglio una versione onesta prima di credere, non quella storia che ha raccontato il primo ministro – mi è tornata in mente una frase in un libro di Edoardo Nesi ” è così difficile mantenere una propria personale opinione quando “tutto il mondo” sembra averne una diversa e diametralmente opposta- e ti martella in ogni momentyo e in ogni dove ” . Eh già.
        Come la vedo io? Sto diventando cinica verso i miei simili, credo che davanti al denaro siano pochi a restare fedeli a una opinione personale. Ammesso che ce l’abbiano, perchè i vari Jiibril e Jalil e generali che sono scappati, come diceva. più o meno, nell’intervista (di un altro post) quel colonnello russo : chi vuoi che stia ad aspettare le bombe della nato se una mano gli offre dei milioni di dollari?
        Grazie :)

  7. ottobre 20, 2011 10:28 pm

    La foto alternativa a Gheddafi è stata prodotta da una attivista Siriana che nel fare una burla ponendo al posto del Colonnello, Burhan Ghalioun presidente del Consiglio Nazionale di transizione di Siria e professore alla Sorbonne di Parigi.
    Si voleva dimostrare che era estremamente semplice con photoshop manipolare una qualsiasi fotografia. http://twitter.com/#!/Hey_Joud/status/127023900105261056/photo/1
    Dopo che sono stati diffusi diversi video è apparso chiaro che non era una semplice foto manipolata; o si trattava di un montaggio ben fatto oppure avevano linciato il sosia di Muammar; entrambe le cose mi sembrano remote purtroppo.

    Gil

    • ottobre 21, 2011 4:42 pm

      mi sono presa la briga di cercare le foto sia del ministro della difesa Abu Bakr Younis, morto con il colonnello, sia di Ghalioun, presidente del CNT (!) siriano: si adattano entrambe.

      Quello che stupisce, poi è che nell’articolo del Guardian
      http://www.guardian.co.uk/world/middle-east-live/2011/oct/20/syria-libya-middle-east-unrest-live

      si aprono i video orribili di Gheddafi; invece il video della morte di Younis…. YouTube l’ha oscurato perchè presenta immagini troppo ripugnanti.

      Così, a meno che qualcuno non l’avesse scaricato in tempo, non potremo mai sapere se
      a) è un fake aver messo la foto di Gheddafi al posto di quella di Younis
      b) è un fake l’affermazione dell’attivista siriana.
      (dopo la blogger Amina che era un giovanotto americano ….. non possiamo escludere niente)

  8. ottobre 20, 2011 11:25 pm

    E’ tutto così difficile in questo mondo irreale…manipolato nelle immagini e nelle “realta’ ”
    Sara’ vero? Forse si ,forse no ..certo rimane il fatto che cio’ che si presume sia realistico è semplicemente orribile.

    • ottobre 20, 2011 11:56 pm

      Grazie irisilvi per la sintonia. Mi spaventa, è la parola giusta, questa illusorietà applicata all’orrore, alla violenza, sullo sfondo di un paese distrutto. Sapevamo come “doveva” finire, ma un tempo anche la guerra aveva un codice d’onore!

  9. ottobre 21, 2011 2:36 am

    Il commento l’ho già scritto e pare che sia stato proprio assassinato. A questo punto non ci resta altro che attendere che la bestia si spolpi per bene quello che rimarrà della Libia. Dai tesori di Gheddafi e della sua famiglia alle aziende, alle industrie, agli ospedali. Finirà come in Iugoslavia, ricordate no? Verrà spolpata fino all’ultima goccia di sangue. Non provo pena per il popolo libico, ma per l’idea che quel dittatore gli aveva dato, ma troppe ed insaziabile erano le gole da sfamare e questo mi fa supporre che tanto sanguinario non lo era. Perché avrebbe dovuto agire come fece a suo tempo quella canaglia del quale non si parla mai che è Stalin. Un criminale con la c maiuscola.
    Questo sarà la lIbia e grazie alla Nato, grazie alle basi logistiche italiane che questo scempio s’è fatto, grazie allo stimolo sempre presente del guerrafondaio di Napolitano, grazie alla viscida azione di Frattini e del suo compare di La Russa.
    Stando alla Costituzione italiana e alle dichiarazione dell’Onu e della sua risoluzione ci sono tutti i termini per una denuncia al tribunale dell’aia per crimini di guerra sia per la fazione italiana che per le altre, quella Usa, Francese e Inglese, questi ultimi i veri autori della strategia del terrore.

    • ottobre 21, 2011 9:23 am

      … la bestia spolpi… La stessa immagine che avevo in mente io. Le finte “democrazie” sono bulimiche. Insaziabile leviatano

Trackback

  1. Psyop su Gheddafi? Ognuno giudichi da sè « Tutto Ciò Che Si Immagina è Reale……..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 547 follower