Pubblico l’articolo di un’agenzia  indipendente francese e non porgo  il contenuto come “verità” dei fatti, ma,  in primo luogo, quale indizio che la versione ufficializzata della cattura e uccisione di  Muhammar Gheddafi su scala internazione ha una credibilità limitata.  

Per me, che seguo attentamente le fonti lealiste,  anche i loro comunicati, pur depurati della naturale  propaganda, talvolta sono oscuri.

Questo, tuttavia,  non influisce sulla mia avversione  all’intervento in Libia per ragioni di diritto internazionale. Si è trattato di un’ aggressione ad un paese  che non  minacciava altre nazioni. L’aspetto umanitario, ormai nessuno lo può negare,  era  semplice pretesto  creato ad arte con la falsa notizia  di 10000 vittime causate dall’esercito  libico.

In secondo luogo, questo articolo introduce una cattività di  Gheddafi durata dieci giorni, e ciò spiegherebbe  il vuoto di messaggi da parte del rais fin dal 6 ottobre. Soprattutto farebbe cadere l’improbabile presenza  continuata a Sirte,  senza essere scoperto dai ribelli o tradito da cittadini disperati, e l’altrettanto incredibile decisione di esporsi con una colonna di veicoli all’avvistamento e al bombardamento.
La tesi, o ipotesi, o info segreta dell’articolo, paradossalmente, rende accettabile che la fase finale  sia avvenuta – poi- più o meno come mostra il video, ma Gheddafi e Mutassim sarebbero stati “portati” sul luogo, affinchè avvenisse tutta la scena:  bombardamento,  cattura , pestaggio, foto dentro il condotto, uccisione.

 

Gheddafi era stato catturato
giorni prima e trasferito in elicottero

È l’arrivo di una delegazione francese in Libia il 12 ottobre, con diversi imprenditori  e l’assenza per 12 ore di membri del personale diplomatico ad innescare la polemica tra i giornalisiti (nota: riferimento alla stampa francese)

Prima degli eventi, un sistema di monitoraggio satellitare  24/24 ore con un avvicendamento di più di  100 persone per controllare Gheddafi e  i suoi ministri. Era in gioco  una cassa di diversi miliardi di euro e lingotti d’oro, stimati in 300 miliardi.
Muammar Gheddafi fu arrestato e torturato per più di 10 giorni… Completamente drogato e fisicamente distrutto, sarà consegnato, lui e il figlio Muatassim, a una banda di assassini  per mascherare la tortura che aveva subito come  abusi commessi da mercenari.
È altamente probabile che questa sia un’operazione effettuata dal Mossad israeliano attraverso un distaccamento venuto dalla Tunisia che aveva ricevuto  informazioni incorciate da satelliti e sistemi di sorveglianza
Questa versione è opposta sia a quelle ufficiali che a quella che il capo della sicurezza Mansour Daw, sedicente scampato e ora prigioniero a Misurata, va rilasciando ai giornalisti. Seguo con attenzione tutte le notizie e i post relativi sono rintracciabili cliccando la Tag Mansour Daw.
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
questo post segue da

https://mcc43.wordpress.com/2011/10/23/anatomia-di-una-menzogna/

prosegue negli altri alla Tag Mansour Daw

Annunci