Skip to content

LIBIA: Governo nuovo, scintille vecchie

23 novembre 2011

mcc43

Il primo ministro Al Qeeb ha annunciato (con anticipazione via Twitter!) la lista ufficiale dei ministri del nuovo gabinetto; ecco qualche nome.
Achour Ben Khayal, diplomatico sconosciuto di Derna [in realtà ex ambasciatore in Canada e doppiogiochista ai danni della Jamahiriya], Ministro degli Esteri; bocciato, quindi, il rappresentante all’Onu Abdurrahman Shalgam, che con la menzogna sui mai avvenuti massacri favorì le risoluzioni Onu.
Hassan Ziglam, petroliere, Ministro delle finanze
L’ex dirigente ENI, Abdelrahman Ben Yazza Ministro del petrolio e del gas .
L’avvocato Fathi Terbel, oppositore del governo, il cui arresto il 15 febbraio scatenò l’insurrezione popolare a Bengasi, va allo Sport e alla Gioventù.
Ministro degli Interni  Fawzi Abdela’ali:
Istituito anche il “Ministero dei Martiri”.

Due donne sono ministro della salute e affari sociali; Reuter non riporta il loro nome ma ha cura di affermare  che questo è un passo avanti in una società “fortemente conservatrice in senso islamico” dimostrando di non sapere niente del regime caduto, ma ciò verrà scrupolosamente ripetuto da altri giornalisti, blogger, opinionisti ecc.

[aggiornamento: la Ministra della salute si chiama  Fatima Ahamroch … ed è cittadina Irlandese! W i diritti delle donne libiche! ]

Osama Juwaili, ai tempi in cui comandava la brigata

Il piatto forte era  il Ministero della difesa: andato a Osama Juwaily  della tribù di Zintane, la stessa che detiene Saif al Islam. Bocciati , dunque, sia l’impresentabile alqaedista e filo-qatariota Belhadj che il generale Khalifa Afthar, noto per

Khalifa Haftar:premio di consolazione, comandante in capo delle forze militari... ancora da istituire

essere agente della CIA e promosso da 150 capi militari appositamente riuniti.

Da alfatah69, notizie in più , anche da fonte Reuter, sulle reazioni in Libia al nuovo governo

 Alcune tribù subito dopo l’annuncio del nuovo governo dichiarano di non riconoscerlo, alimentando le aree di differenza che minacciano la stabilità del paese. Non ci sono stati segni immediati di opposizione dai grandi gruppi islamisti, ma i piccoli lamentano d’essere  stati ignorati.
A Bengasi circa 150 persone si sono riunite, mercoledì mattina, per protestare davanti all’hotel dove ha sede il CNT sventolando striscioni contro il “governo degli sconosciuti”.
Un altro gruppo sospende i rapporti con il CNT e annuncia la formazione del  “governo  degli Amazigh libici; un’etnia  che già lamentava persecuzioni negli anni precedenti e che ora esige il riconoscimento della propria lingua e cultura; una trentina di loro vuole marciare pacificamente su Tripoli e far presente che furono fra i primi a ribellarsi  contro Gaddafi.”

Vivo o morto, con lui o contro di lui, continua a essere Gheddafi ciò che rende la Libia un paese e non il patchwork di tribù che era sempre stata.

Saif al-Islam

Dopo i colloqui a Tripoli Moreno-Ocampo ha detto che  non insisterà per la consegna di Saif , che può essere giudicato in Libia a “certe condizioni”e ha smentito che il capo dell’intelligence  Abdullah Senussi sia stato arrestato, a differenza di quanto annunciato in precedenza dal CNT. Dell’indagine interna sulla cattura e l’uccisione di Muhammar Gheddafi non parla più nessuno.

 Su Saif  l’unica certezza è che si trova  nelle mani della tribù di Zentane che finora non lo ha voluto consegnare e se ne è servita per ottenere la poltrona di Ministro della Difesa.

In questo video di YouTube http://youtu.be/D6Kkor5dSc0  sottotitolato in inglese, prontamente diffuso dal Telegraph,  una sedicente guida del deserto racconta la sua versione di come ha catturato Saif, rinunciando a un milione di euro offertogli per lasciarlo libero. Nessuno, mi dice l’amministrare del sito del sito Libya against super power media, alfateh69, sa chi sia quest’uomo.
Si noti che viene ripreso agghindato in stile Tuareg e a me sembra che possa essere un messaggio in codice alle tribù Tuareg che si sono schierate con la resistenza.

§§§

La Libia dei veleni …. e delle omissioni. Mi chiedo come mai dopo tanta fretta di precipitarsi là di Cameron, Sarkozy, Hilary Clinton, vi sia un grande uderstatement, perfino reazioni formali, non più enfatiche, sulla formazione del governo.Gli Usa lasciano all’ambasciatore Rice il compito di incensare la loro opera, negando completamente lo stato dei fatti:

Nel corso degli ultimi nove mesi, abbiamo visto una dimostrazione incredibile di determinazione del popolo libico per garantire che questi principi universali guida della loro nazione e il loro futuro. Ci auguriamo di poter continuare forte partnership tra Stati Uniti e la nuova libera Libia. Grazie, Signor Primo Ministro”

L’atteggiamento dei leader verso l’operato dei membri del CNTè bruscamente cambiato dall’annunciata (ma non del tutto mantenuta) fine delle operazioni Nato. Oppure dalle dimissioni di Jalil?


Lasciati a se stessi? Corda perchè si impicchino e poi mettere un governo realmente presentabile? Stare a vedere se il CNT dimostra  di non aver capacità di pacificare il paese e, in tal caso, inviare una forza di peace keeping sul territorio?  Più aumentano i tumulti egiziani e la Siria è nel mirino, meno l’opinione pubblica si occupa della Libia rendendo facile trasgredire platealmente alle intenzioni preannunciate: nessun invio di truppe in Libia/ non vogliamo truppe straniere.

Altri manifestano gli stessi dubbi sulla natura di questo governo

JasonPack
@JasonPackLibya JasonPack
Is it brilliant or a recipe for civil war giving defence to zintan and interior to misrata? al-keeb is following the Saudi example.
§§§§
Questo video —- cui sono risalita attraverso siti del movimento ribelli, non  lealisti – mostra la situazione a Bani Walid, spari e bandiere verdi:

e il  CNT/Nuovo governo, secondo questo tweet, ha confermato gli scontri
Warwick
LibyanRealityWarwick
It seems pro-G reports about Bani Walid are correct. NTC sources report 14 rebels killed and 11 captured today in clashes in Bani Walid.
Work in progress…. e
dal sito ufficiale della nuova Libia, l’annuncio che  il governo intende riprendere a versare – da gennaio, quando saranno disponibnili i ricavi del petrolio fore, oppure è una data buttata a caso –  – lo stipendio agli studenti all’estero.
Questo a conferma – dal fronte avverso-  del precedente  welfare libico che un paese com l’Italia nemmeno può sognare.
L’annuncio è dato senza usare più la parola Jamahrija che è stata radiata, la mania di far  stragi colpisce anche le parole della realtà vissuta, ma la verità viene fuori poco per  per chi sa vedere, concordo con alfatah69

The truth is coming out every day, they can’t hide these terrorists and agents, this is nothing but an occupying regime as mention countless  times.

segue in Saif al-Islam, la patata bollente

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

Don Charisma

because anything is possible with Charisma

editoriaraba

Libri, autori ed eventi letterari da Maghreb, Medio Oriente e Golfo

Ella Gadda

"Oh, santo Dio, la vita ci raggiunge dovunque!"

Aletho News

ΑΛΗΘΩΣ

Tom Rollins

Middle East politics: Egypt, Israel-Palestine and foreign policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: