Skip to content

Saif al-Islam, la patata bollente.

24 novembre 2011
tags: , ,

mcc43

Saif al-Islam si trova ad essere ago della bilancia dei rapporti tra la tribù di Zentan e il nuovo Governo.
In forza dell’impresa compiuta, la milizia rifiuta di consegnare il prigioniero all’autorità centrale; c’è chi ipotizza la richiesta di un riscatto, ma è opinione comune che la richiesta vera, o una delle richieste, sia quella di entrare a far parte del governo.

La notizia è del 19, ma la prigionia è iniziata quattro giorni prima, martedì, il tempo intercorso, lo capiamo da noi anche se alcuni citano fonti in loco, sono serviti per patteggiare.
Ciononostante – e si stenta a credere a quel che si legge –  dal fronte della resistenza alcuni sostengono che,  vista la detenzione “morbida” testimoniata dai video, la tribù stessa intenderebbe voltare le spalle al CNT, prendere il controllo della resistenza, usare Saif come rubacuori per la popolazione!!

La particolarità di questa tribù è di essere comparsa nei report dei lealisti a volte contro,  a volte a favore della Libia Verde.

All’inizio di ottobre in Tripoli metteva in sicurezza le banche e rifondeva del denaro bloccato dal CNT  e liberava dalla prigione i prigionieri lealisti.  Contemporaneamente i Tuareg facevano saltare in aria 35 dei suoi automezzi e i zintane erano definiti mercenari Nato e CNT

Interrogato su come sia possibile, e auspicabile, aspettarsi che costoro entrino nella resistenza,  alfatah69 risponde:

Gli  Zintans erano con i lealisti,  ma subito all’inizio  un generale di Gheddafi ha fatto loro una stupida richiesta che ha offeso il loro ego!

Pertanto, veniamo a sapere,  il loro cuore batteva  per Gheddafi ma combattevano per il CNT… tranne qualche volta?

§§§

Alcuni sono del parere che solo la consegna alla ICC può salvare  la vita di Saif e hanno lanciato un appello perchè ciò avvenga. Personalmente ritengo  dubbio che la ICC sia realmente disposta a dargli una platea internazionale per le sue rivelazioni.
Infatti, il superfluo Moreno- Ocampo, fortunatamente prossimo ad essere sollevato dalla carica di procuratore, ha graziosamente desistito da ogni insistenza, limitandosi a esigere delle garanzie di regolarità del procedimento. Poteva forse dire il contrario?

aggionamento: dichiarazione del senatore Marco Perduca, Partito Radicale Transnazionale sulla illegittimità di condurre il processo in Libia, ciò precisamente in ossequio al contenuto dell’atto d’accusa emesso in giugno con Saif – (consiglio di leggere l’intera dichiarazione)

“La prima camera preliminare della CPI continua ad avere quindi competenze esclusiva in materia e, nel caso in cui la Libia intendesse realmente avviare un processo nazionale, dovrebbe far ricorso per avocare a sé tale procedimento mettendo in questione l’ammissibiltà del caso. Come mai nessuno dei governi che da sempre si ritengono alfieri della giustizia internazionale, a partire dall’Italia, né tantomeno la stampa specializzata, hanno ricordato questo piccolo “intoppo procedurale”?”

Altri ritengono che sarebbe ucciso prima di arrivare in Europa, ma questo può altrettanto avvenire lasciandolo in mani libiche, non appena la sua persona non fosse più utile come moneta di scambio.

In definitiva un procedimento in Libia accontenta tutti. L’Occidente perchè le accuse limitate alla sua azione all’interno del regime non comporterebbero per lui la possibilità di spiattellare  i retroscena coinvolgenti i governi, per esempio  provare quanto già rivelato sul finanziamento della campagna elettorale di Sarkozy. Il governo libico perchè  si concluderebbe ovviamente con una sentenza di colpevolezza e la pena capitale. Un modo teatrale per considerare concluso il quarantennio, impressionare favorevolmente gli alleati e demotivare definitivamente gli oppositori interni.

Perchè è stato “catturato” proprio a ridosso dell’annuncio del nuovo Governo?

La famiglia Gheddafi

Il “Delfino” tra la mamma e il papà

La  Nato aveva, ha,  strumenti per tracciare chiunque, i soldi per corrompere chiunque, i mezzi per ricattare, anche pena la vita dei  famigliari. Soprattutto per chi ha la madre e la sorella accolte in un paese straniero ed esse pure “patate bollenti” per chi deve garantirne la sicurezza.

Saif, come già il padre, potevano, a mio parere, essere presi in ogni momento.
Secondo la versione che viene fatta diffondere dagli zintani, si trovava in una zona del deserto sabbioso,  convinto che la sua guida lo avrebbe portato  in Niger, invece che in un’imboscata.  Perchè questo sconosciuto fedifrago lo ha consegnato proprio  alla tribù di Zintane  sua “quasi” nemica? 

Le risposte possono essere moltissime, anche ricordando alcune notizie e valutazioni  emerse il giorno in cui è stata annunciata la cattura e riportate  nel post ” Col fiato sospeso…”.

Non si potrebbe escludere una trattativa, anzi trattative molteplici. Una trattativa di Saif per motivi che non conosciamo … oppure sì? Leggo ora da Allain Jules che il medico che lo ha visitato a Zintan ha ricontrato che la ferita alle dita, di oltre un mese fa nei combattimenti a Bani Walid, si è infettata, ha causato al necrosi dei tessuti, obbligato all’amputazione del pollice, indice e medio. Non potrà più fare il gesto della vittoria. Ferite.. psicosomatiche.
Tuttavia viene descritto con un buon tono dell’umore, in una casa di Zintan, abitualmente intento a concionare amichevolmente con i carcerieri.

Una resa volontaria per necessità non escluda,tuttavia  una trattativa della guida per consegnarlo con maggior profitto visti i  giorni di detenzione segreta. Non si può escludere che, ricevuto Saif, la tribù Zentan oltre a trattare con il CNT si sia mossa verso la resistenza, vista la speranza che questa nutre di farsela alleata.
In questo video  nel post Will Zintan rebels go Green?  un’intervista della report Lizzie Phelan ad un informatore, il quale spiega le ragioni per cui ciò potrebbe avvenire: ragioni tutte idealistiche, dice, e fa un paragone con lo spirito mercantile della tribù di Misurata.
Chissà.

alfatah69, in risposta ai miei dubbi
“Sono d’accordo, secondo la mia esperienza non mi fido di nessuno, ma ad un certo punto si debbono correre dei rischi. Dobbiamo aspettare! Circolano  voci  di  una nuova sollevazione colpirà il nuovo regime dopo la preghiera del Venerdì!”

articoli su Saif al Islam alla Tag Saif


Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

Don Charisma

because anything is possible with Charisma

editoriaraba

Libri, autori ed eventi letterari da Maghreb, Medio Oriente e Golfo

Ella Gadda

"Oh, santo Dio, la vita ci raggiunge dovunque!"

Aletho News

ΑΛΗΘΩΣ

Tom Rollins

Middle East politics: Egypt, Israel-Palestine and foreign policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: