Skip to content

Esperimenti mediatici di fascismo?

18 gennaio 2012

La Psicologia di massa del Fascismo
di WILHELM REICH – 1933

Whilelm Reich

Così Hitler si vide costretto a dare risposta alle seguenti domande: Come può l’idea nazionalsocialista essere portata alla vittoria?
Come può essere combattuto efficacemente il  marxismo? Come si può avere influenza sulle masse?

A tal fine, Hitler fece appello alle emozioni nazionaliste delle masse, allo stesso tempo provvedendo a darsi una massa che gli facesse da base come avveniva nel marxismo, sviluppando una sua propria tecnica di propaganda e utilizzandola in modo massiccio.
Come ha apertamente ammesso, si propone di ottenere l’imperialismo nazionalista con metodi presi in prestito dal marxismo e dalla sua tecnica di organizzazione di massa.
La ragione del successo di questa organizzazione si trova nelle masse stesse, non in Hitler. La sua propaganda potè mettere radici a causa della paura della libertà che è nella gente.
Così l’importanza sociologica di Hitler non sta nella sua personalità, ma nel significato che su di essa investono le masse.
Il problema è reso ancora più acuto dal fatto che Hitler le guidava, e grazie a loro  portava a compimento l’imperialismo, tuttavia aveva per le masse un totale disprezzo.
Dichiarò disinvoltamente “l’umore della gente è sempre semplicemente uno scarico di cioè che le fu prima incanalato dall’alto “.

Hitler era una persona fisica, in luogo di Hitler oggi ci sono corporazioni finanziarie.
Hitler aveva a disposizione la piazza e i giornali di un paese, le corporazioni hanno a disposizione la rete a diffusione mondiale.

***
***************************
***

“Brave new world”

Ritorno al Mondo nuovo
di Aldous Huxley-1958

*Un governo del terrore funziona nel complesso meno bene del governo che con

Aldous Huxley

mezzi non-violenti manipola l’ambiente e i pensieri e i sentimenti dei singoli, uomini donne e bambini.

*La libertà, lo sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo da parte del Governo su tutto e tutti.

*Secondo la natura del potere, anche quelli che, pur non cercandolo, lo devono esercitare ne acquisiscono il gusto e finiscono per desiderarne sempre più.

*Un costituzione democratica è un mezzo per impedire che un solo governante ceda alle pericolose tentazioni che nascono quando un grande potere si concentra in troppe poche mani.

*Noi crediamo che la bontà dei fini non giustifica il ricorso a mezzi cattivi. Ma cosa dire oggi che tanto di frequente le situazioni in cui i mezzi sono buoni danno risultati finali che si rivelano cattivi?

*La “volontà di stabilire ordine” può trasformare in tiranno chi intendeva solo eliminare la confusione. La bellezza dell’ordine serve a giustificare il dispotismo.

La massa che si innamora di un uomo in divisa, nel sentirlo proferire  un ordine perentorio – in una situazione di cui i cittadini comuni non sanno nulla – è una massa pronta ad accettare o già entrata nella mentalità del fascismo?  Negarlo può essere  solo incapacità di riconoscerlo in forme esteriori diverse: manipolatorie anzichè terrorizzanti? 

vd Masse aizzate dal Potere

e Alzatevi, entra la Corte … nei social network

4 commenti leave one →
  1. 19 gennaio 2012 11:30 pm

    Mi è piaciuto questo parallelo.

    Mi piace

  2. 19 gennaio 2012 11:43 pm

    A dimenticavo, se tu leggessi Tommaso d’Acquino nel suo “De Regime Principum” potresti capire molte cose. Questi personaggi, di cui tu riporti i fatti, hanno sicuramente pescato dal pensiero di Tommaso, ma ne hanno distorto la sostanza.
    Tommaso indicava il Dux come quello che esente dai suoi interessi privati ambiva al benessere collettivo ed attraverso questo egli stesso assurgeva a miglioramento, ma non inteso in senso terreno, ma più profondamente filosofico.

    Mi piace

    • 20 gennaio 2012 12:11 am

      Grazie della citazione di Tommaso, è un’opera che non conosco, altrimenti quel distinguo che fai tu l’avrei introdotto. Almeno c’è nei commenti.

      Io ho scritto dux per non mettere papale papale il duce del trentennio, perchè il paese non rimpiange certamente “lui”, ma sta scivolando verso una sua edizione aggiornata che invece di andare nei campi a mietere … fa qualche altra azione comune ai cittadini comuni.
      grazie

      Mi piace

      • 20 gennaio 2012 12:14 am

        Come ti capisco…ahimé!

        Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

مدوّنة مريم

“Each generation must discover its mission, fulfill it or betray it, in relative opacity.”

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

TU PUZZI

Com'è grande il pensiero che veramente nulla a noi è dovuto C. Pavese

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Hic Salta!

LE MONDE N'EST PAS ROND

Artistic webzine on migration, borders, human rights

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

Lorenzo Piersantelli

Tutto ciò che mi circonda, nel bene e nel male, è un haiku....

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

"Chi non dice quello che pensa, finisce per non pensare quello che non può dire" Giovanni Sartori

John Tevis

Analyst and Writer

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Anna My World Of Makeup

Rencesioni e tutorial Makeup Moda & Lifestyle

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India)

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

Carmine Aceto

Il mondo è pieno di altri

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: