Skip to content

Capitani di terra o di mare

20 gennaio 2012

mcc43

**********************************************************************************

aggiornamento del post: una fonte competente ribalta  il comune  giudizio sull’operato del Comandante della Concordia:

In Defense of Captain Schettino & The Lives He Did Save

**********************************************************************************

C’è assuefazione. Ingerita la macellazione in diretta di Muhammar Gheddafi, la lapidazione verbale del Capitano Francesco Schettino non va certo di traverso, anzi.

Frugando la rete ho trovato, almeno, questa dichiarazione di Sergio Cofferati

“Grave la diffusione delle telefonate tra Schettino e De Falco”.
Sergio Cofferati, europarlamentare Pd, boccia senza appello la scelta di trasmettere ai mezzi di informazione materiale delle indagini sulla nave Concordia naufragata all’isola del Giglio.
“Mi ha molto colpito che le conversazioni fossero pubblicate sui giornali quasi in tempo reale. Non dovevano rimanere coperte per sempre ma io – conclude – le avrei volute conoscere solo dopo la conclusione delle indagini”.

Anche io l’avrei voluto. E anche il ricordo che dietro ognuno di noi c’è una famiglia,e anche quella sale sulla gogna quando i media si  scatenano tirando la volata alla favolistica dei social network.

****

Mi ha sconcertato la diffusione della registrazione delle telefonate e in modo così stranamente tempestivo. Mi meraviglia tuttora il silenzio sull’origine della diffusione e il modo.
Non erano un documento da riservare ai magistrati invece  di vederlo spuntare come scoop del Corriere Fiorentino?
Una talpa? La Capitaneria si sarebbe risentita della cosa!
Allora siamo autorizzati a ritenere  che sia stata una  precisa volontà di chi era al comando in quel momento.  Al comando c’era il capitano che ha  pronunciato queste parole.

“lei si è salvato dal mare ma io la porto veramente male,
le faccio passare l’anima dei guai”.

Brutta frase. Ha perso la testa  per il naufragio, lui marinaio da ufficio.
La differenza è il temperamento: sotto stress non balbetta come Schettino, lui tuona.

E poi chi ama il mare e sta a terra, un pò di individa ce l’ha o no per chi ha sotto i piedi il ponte di una nave? Può essere.

Ll’uocchie so’ peggio d’e scuppettate  dicono bene i  napoletani 

Gregorio De Falco  afferma di non essere un eroe e di aver fatto solo il suo dovere, la stessa cosa io penso di tutti gli altri che si trovavano di servizio in Capitaneria.
Era suo/loro dovere far uscire le telefonate? Un dovere, ribadisco, improbabile. Non sono a conoscenza di leggi e regolamenti che obblighino ad informare i media.

Esiste solo la volontà di farlo. Una volontà cieca alle conseguenze e che si lascia scivolare dalla divisa le omissioni.

Quando le navi arrivavano a fare la ruota come pavoni, con il suono delle sirene e i croceristi che rispondevano ai saluti della gente a terra, quando i sindaci si compiacevano… non vi erano doveri per la Capitaneria? No?

Era  Love Boat,  all’italiana:  fin che la barca, va lasciala andare

&&&&

UN ‘ALTRA COSA MI MERAVIGLIA:
ABBIAMO VIDEO GIRATI DAI NAUFRAGHI E VENGONO RICHIESTI PER CONDURRE LE INDAGINI.
NON SE N’E’ VISTO NESSUNO GIRATO DALLA TERRA FERMA
A MOSTRARCI IL COMPORTAMENTO ANOMALO DELLA NAVE.

  E NON VIENE NEMMENO RICHIESTO DAGLI INQUIRENTI!

&&&&

AGGIORNAMENTO SULLA SITUAZIONE 

Costa Concordia, riprendono le ricerche

da ilPost che riporta anche le dichirazioni del Comandante Schettino
senza esercizi di irridente folklore.
  

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: