Skip to content

Libano temerario: proteste armate e imboscate politiche

10 febbraio 2012

mcc43

segue da Il confine Siria-Libano e la stoltezza occidentale

***

Il Libano è un paese dove la gran parte dei cittadini finge che non esistano campi (prigione) dei Profughi Palestinesi. I  giovani non conoscono la storia, perché i programmi scolastici si fermano alla liberazione dal colonialismo francese nel 1946, e chiedono
“Perché i Rifugiati Palestinesi non tornano a casa?”.

Le donne non possono trasmettere la nazionalità libanese ai figli se il marito è uno straniero. La vita politica è condizionata dall’appartenenza a una religione, talvolta a una setta religiosa e richiede precise alchimie per non far deflagrare le rivalità.
L’esercito denuncia violazioni dei confini sud da parte dell’esercito di Israele.

Tuttavia  oggi nel Libano,  evidentemente immemore del suo sanguinoso passato, ci si occupa della Siria, foglia di fico dietro cui si nascondono con spregiudicata avventatezza i giochi della politica nazionale in sinergia con la corrente destabilizzazione del Medio oriente.

Oggi il Primo Ministro, il miliardario Najib Mikati, è in visita ufficiale in Francia e dichiara “La mia posizione è che il Libano non può essere utilizzato come canale per cospirazioni o per conflitti con nessun paese arabo” , confermando la politica di dissociazione dagli eventi in Siria,  nel timore che qualsiasi altro corso di azione potrebbe influenzare negativamente il Libano.

Oggi  Saad Hariri, il magnate ex Primo Ministro (prima di cedere la poltrona a Mikati), nato ed educato in Arabia Saudita, dopo aver chiesto nei giorni scorsi una No Fly Zone sulla Siria e aver previsto l’imminente caduta del regime,  lancia un appello alla Lega Araba perchè si vada oltre la condanna formale della repressione, prendendo  concrete misure.

Oggi , riporta il Daily Star , le annunciate dimostrazioni anti-Assad sono scoppiate puntualmente “dopo la preghiera del venerdì” in molte parti del paese

Dopo la preghiera del venerdì, i manifestanti sono usciti dalle moschee a Sidone e di Tripoli, seconda città del Libano.

A Sidone circa 4.000 uomini, donne e bambini hanno  sfilato verso il centro della città. I manifestanti, brandendo striscioni che denunciavano Assad,  hanno gridato slogan contro la posizione della Russia sulla Siri che con la Cina  ha recentemente posto il veto alla risoluzione del Consiglio di Sicurezza ONU volta a far cessare lo spargimento di sangue della Siria.
“O Siria, si sente odor di macelleria” si leggeva su  uno striscione. Un altro: “Sostenere un macellaio è un peccato.”
Anche un gruppo di membri dell’opposizione siriana residenti a Sidone ha preso parte alla manifestazione.

In Tripoli, tra severe misure di sicurezza, una folla di circa 700 persone si è mossa dalla moschea  Al-Mansour Al-Kabir .
“O residenti Homs, Tripoli è con voi fino alla vittoria  contro l’oppressione”, gridavano i manifestanti. Hanno anche gridato  la loro condanna dei “crimini” commessi in Homs e Aleppo. Un’altra manifestazione ha preso il via da un’altra  moschea nelle vicinanze.

Nella Valle della Bekaa del Libano orientale due manifestazioni.  Circa 500 manifestanti dalla moschea di Ali ibn Abi Taleb in Saadnayel  un’altra di circa 100 persone dalla moschea Qab Elias ‘Al-Kabir. Contemporaneamente 100 persone hanno dimostrato alla moschea  Sahat al-Imam  a Beirut ovest.

Non ci sono notizie di incidenti, conclude il Daily Star, ma a Tripoli  due bombe scoppiate nei pressi dell’università e lanci di razzi inducono il Presidente  Michel Suleiman a chiedere al capo delle forze armate di prendere ogni  provvedimento necessario per far tornare la calma.
Gli scontri  sono durati tutto il pomeriggio,  fra due quartieri della città, causando cinque  feriti, fra cui due soldati.

I manifestanti, del “dopo preghiera”,
contro il laico Bashar Assad

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: