Nabi Saleh è un villaggio già oggetto del post

Pietre e carri armati: il Coraggio e la Paura.

in memoria di Mustafa Tamimi

Oggi , Giorno della Terra,  a NABI SALEH trenta donne- dei circa 500 abitanti del villaggio – fanno un picnic sotto i fucili puntati dei soldati israeliani.

Questa è RESISTENZA NON VIOLENTA,
eppure ieri l’esercito è intervenuto:

Pietre e carri armati: il Coraggio e la Paura

*****

Le pietre dell’Intifada spaventano i soldati chiusi dentro i loro carri armati.
Come raccontato nel post citato in apertura,  in dicembre MUSTAFA TAMIMI era morto, uno dei molti, colpito da un proiettile sparato  da un soldato che nemmeno dentro la pancia del carrarmato si sentiva al sicuro.

*****

Le donne che si riuniscono per festeggiare la Terra e chiedere che il pezzo di terra sul quale sono nate sia libero fanno paura allo stesso modo.

Come è possibile?

*****

Picnic concluso
senza incidenti

The #womenspring action is over, we all left without incident. I think it’s a small victory. #NabiSaleh

sì una piccola vittoria, ma significativa

Annunci