Skip to content

Saif al Islam Gheddafi e i nuovi pirati libici

29 maggio 2012

mcc43

  I Pirati libici di ieri

La Philadelphia attaccata dai pirati

Nell’800 Tripoli era una capitale del traffico di esseri umani e della pirateria. Le navi battenti bandiera inglese erano costrette a pagare un tributo per non subire aggressioni. Quando le colonie americane conquistarono l’indipendenza furono costrette a stringere lo stesso accordo.
Sotto la presidenza di Thomas Jefferson il pascià di Tripoli aumentò le pretese: ulteriori 225.000 dollari per mantenere in vigore il lasciapassare.
Jefferson rifiutò. Il pascià fece abbattere la bandiera sul consolato americano di Tripoli. Gli Stati Uniti inviarono un gruppo di fregate  per  combattere i pirati.
L’anno seguente un giro di vite: aumentarono il numero delle navi per bloccare il porto di Tripoli (No Navigation zone!)

Durante un pattugliamento sotto costa  la nave  Philadelphia si arenò e i pirati tripolini andarono all’assalto. Il comandante e le centinaia di uomini d’equipaggio venero fatti prigionieri.
Cominciò così  la prima guerra combattuta dagli Stati Uniti in zona internazionale e, con molte perdite americane, si concluse nel 1805 con la conquista della Città di Derna in Cirenaica.

I “Pirati” libici di oggi
.

Non vanno per mare gli uomini della tribù di Zentan e usano altre armi più potenti, ma continuano ad industriarsi nel traffico di esseri umani.
Dopo aver catturato Saif al Islam, averlo trattenuto illegalmente per mesi, avergli negato ogni contatto con l’esterno, avergli impedito perfino di conoscere le accuse mossegli dal tribunale della “nuova” Libia (… oltre alla irregolare detenzione di cammelli e fauna ittica!)  oggi gli Zentan chiedono al CNT il pagamento di 1.36 milioni dollari come condizione della sua consegna alle autorità libiche.
Ovviamente non lo chiamano  riscatto o corrispettivo di merce umana, ma retribuzioni pregresse. Laute retribuzioni!


Lo racconta il Tripolipost http://www.tripolipost.com/articledetail.asp?c=1&i=8462
, che annuncia anche un altro furto di legalità.
E’ possibile, infatti, che le tanto magnificate elezioni, sigillo della conquistata “democrazia” a prezzo di un fiume di sangue, vengano rimandate. http://www.tripolipost.com/articledetail.asp?c=1&i=8461

Probabilità ventilata dal redivivo Mustafa Abdel Jalil  che adduce a pretesto la miriade di ricorsi presentati da persone la cui candidatura alle elezioni era stata bocciata.
Anche il capo della commissione elettorale Nouri al-Abbar ne aveva parlato nei giorni scorsi, curiosamente appena dopo che la Libia ha  firmato (dovuto firmare) un accordo con la UE accettando un monitoraggio internazionale sulla regolarità delle elezioni.

Ma che cosa c’è di non piratesco in Libia e verso la Libia?
A partire dalla manipolazione mediatica per nascondere le mire occidentali sul petrolio e le riserve auree del paese, scongiurare il pericolo dell’abbandono del dollaro come moneta nelle transazioni,  la costituzione di un Fondo Monetario Africano e di una Banca Centrale, nonchè  per procedere a  una rapida destabilizzazione del Sahel. Compito  impossibile  fino a che Gheddafi era in sella.
Come si è potuto tacere dei bambini scomparsi durante il conflitto?  Non comminare sanzioni internazionali  per l’eccidio della popolazione nera di Tawarga? E , dopo che i Governi occidentali  hanno salutato con entusiasmo  l’esecuzione di un capo di stato in diretta web- con l’intervento determinante delle loro forze speciali – accettare una “democrazia” che si regge sulle bande armate e che esclude dalle urne il voto di coloro che supportarono il governo Gheddafi?

Muhammar e Saif Gheddafi


No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

مدوّنة مريم

“Each generation must discover its mission, fulfill it or betray it, in relative opacity.”

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

TU PUZZI

Com'è grande il pensiero che veramente nulla a noi è dovuto C. Pavese

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Hic Salta!

LE MONDE N'EST PAS ROND

Artistic webzine on migration, borders, human rights

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

Lorenzo Piersantelli

Tutto ciò che mi circonda, nel bene e nel male, è un haiku....

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

"Chi non dice quello che pensa, finisce per non pensare quello che non può dire" Giovanni Sartori

John Tevis

Analyst and Writer

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Anna My World Of Makeup

Rencesioni e tutorial Makeup Moda & Lifestyle

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India)

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

JIHADOLOGY: A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

Carmine Aceto

Il mondo è pieno di altri

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

pietervanostaeyen

Musings on Arabism, Islamicism, History and current affairs

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: