Skip to content

LIBIA: il grande fiasco dell’Occidente

9 giugno 2012
Muhammar Gheddafi 594030305

mcc43

I Libici rimpiangono Gheddafi?  E’ immotivata questa domanda se  il  Governo della “democratica” Libia  ancora  teme a tal punto il Rais giustiziato in diretta web da arrivare a questa legge?

“Chi loda e glorifica Muammar Gheddafi, il suo regime, le sue idee o i suoi figli  è punibile con una pena detentiva” dice  il testo della legge letta ai giornalisti da un funzionario del ministero della Giustizia dopo  una riunione ad alto livello. “Se queste dichiarazioni, notizie o propaganda causano danni allo Stato la sanzione sarà la prigione a vita”, ha  continuato il funzionario nella lettura del testo  “

 Si arriva a tanto perchè a tacitare le paure del governo non è stato sufficiente escludere dall’esercizio del voto chi era stato sostenitore del  regime.  Ma chi non lo era? Mustafa Abdel Jalil, l’uomo che vara queste misure,  ricopriva perfino il ruolo di Ministro della Giustizia.
Su sei milioni di libici, all’incirca un milione resta escluso dall’accesso alle urne, e  migliaia sono in prigione senza che sia stata loro formalmente comunicata l’accusa.

Niente è bastato e le elezioni devono essere rimandate ad una data probabile del 10 luglio. Così vicino all’inizio del mese sacro di Ramadan?
La comunicazione definitiva avverrà dopo la prossima seduta del CNT  e già  circola quella che sarà la giustificazione  ufficiale:  “ ragioni logistiche”

I  commentatori, invece, vedono  lo slittamento imposto dalla situazione dell’ordine pubblico. In effetti  negli ultimi giorni sta accadendo di tutto, questi sono due eventi emblematici:

A Tripoli,  l’aeroporto  è stato occupato da una banda che chiedeva la liberazione del proprio capo scomparso.

A Kufra, oasi dell’eroe nazionale Omar Al Muktar, scoppiano nuove lotte etniche sedate a suon di bombe:  i miliziani filogovernativi hanno attaccato membri della Tribù Tebou uccidendone sei. (aggiornamento: 23 vittime )

Si stanno intorbidando anche i rapporti con la comunità internazionale a seguito della rozza “ingratitudine” che il CNT mostra verso i paesi che lo hanno messo in sella e verso la Corte Penale Internazionale.

A Bengasi , bomba  davanti alla missione diplomatica Usa,
che il governo americano preferisce spiegarsi come  vendetta  per  aver ucciso con un drone n Pakistan Abu Yahya al-Libi, religioso di origine libica e operativo di al Qaeda.

Anche l’Italia ha di che lamentarsi: tre pescherecci di Mazara del Vallo sono stati sequestrati  e dirottati nel porto di Bengasi. Non sono stati sparati colpi di arma da fuoco per fermare le imbarcazioni, ma i militari libici sarebbero saliti a bordo e si tratta del secondo fermo nel dopo Gheddafi.

 

L’avvocatessa australiana Melinda Taylor, assistente di Xavier-Jean Keita, l’avvocato assegnato d’ufficio dalla Corte Penale, incaricata  di visitare Saif al-Islam è stata arrestata per aver tentato di consegnargli dei documenti “  non aventi legame con il suo caso e che costituiscono una minaccia per la sicurezza della Libia”,   secondo il rappresentante libico presso la CPI.  Continuerà il Procuratore Moreno Ocampo ad essere “morbido” come è stato finora?

  “””””aggiornamento 2 luglio: MELINDA E I SUOI QUATTRO COLLEGHI SONO STATI RICONSEGNATI ALLA ICC “””””” Link

Sullo sfondo persistono, come testimoniano le ONGs per i diritti umani , violazioni,  abusi , crimini contro l’umanità per torture e detenzioni illegali da parte della galassia di milizie nei confronti di sospetti lealisti gheddafiani, migranti e rifugiati africani.
Andare alle elezioni ora sarebbe con tutta probabilità la sconfessione ufficiale del CNT che si è sostituito al governo precedente.

Allora è logico chiedersi se i libici rimpiangono Gheddafi?

E’ mia opinione che non esista una vera organizzazione di “resistenza”,  ma una diffusa ripulsa degli eventi  iniziati nel febbraio dell’anno scorso, che a volte si esprime anche con attentati a punti nevralgici del paese.
Una “resistenza” di nostalgici organizzati  potrebbe venire sconfitta con l’aiuto dei  paesi amici, invece  la delusione, il risveglio alla  realtà dei cittadini che vedono sostituirsi ai pochi privilegiati di ieri una marea di corrotti approfittatori  come possono essere affrontati?
Non basterebbe che i membri del CNT sparissero nell’ombra  perché troppe armi sostengono gli appetiti delle milizie, le divisioni tribali,  le infiltrazioni di AlQeda, le organizzazioni di contractors che proteggono gli interessi delle multinazionali.

E’ plausibile che progresivamente i libici rimpiangano Gheddafi,
ma non possono dirlo o li aspetta la prigione.


 

3 commenti leave one →
  1. 9 giugno 2012 11:11 pm

    Quattro inviati della Corte Penale arrestati???
    http://lci.tf1.fr/monde/afrique/libye-quatre-membres-du-personnel-de-la-cpi-arretes-7345290.html

    Mi piace

  2. 11 giugno 2012 12:51 am

    Non so se questa sera hai dato uno sguardo a Dixit. C’era una specia di storia sul dopo gheddafi con intervista a Caracciolo (Limes), Prodi e un personaggio libico che non ho capito chi fosse. Se riesci a darci uno sguardo nell’atrchivio della rai è interessante perché evidenzia la felpata amissione del fallimento degli interventi nato e sopratutto dell’italia.

    Mi piace

    • 11 giugno 2012 4:51 pm

      non riesco a trovarlo nel sito di Rai Storia, in nessun modo. Forse è troppo recente, riprovo domani

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

FONTANA STEFANO BLOG

Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Conoscere per non cascarci

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Lorenzo Piersantelli

Tutto ciò che mi circonda, nel bene e nel male, è un haiku....

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

"Chi non dice quello che pensa, finisce per non pensare quello che non può dire" Giovanni Sartori

John Tevis

Analyst and Writer

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Anna My World Of Makeup

Rencesioni e tutorial Makeup Moda & Lifestyle

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India)

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

JIHADOLOGY: A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

Carmine Aceto

Il mondo è pieno di altri - www.medium.com/carmine-aceto

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

pietervanostaeyen

Musings on Arabism, Islamicism, History and current affairs

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages. (un blog à venir)

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

Don Charisma

because anything is possible with Charisma

editoriaraba

Libri, autori ed eventi letterari da Nord Africa e Medio Oriente

Aletho News

ΑΛΗΘΩΣ

Tom Rollins

Middle East politics: Egypt, Israel-Palestine and foreign policy

azouzimedblog

"Mieux vaut mourir debout que vivre toute une vie à genoux." Emilio Zapata

MAKTUB

"Chi non dice quello che pensa, finisce per non pensare quello che non può dire" Giovanni Sartori

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 997 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: