Skip to content

Italia2013-dal Blog di Beppe Grillo, la parola vietata: FAME

1 gennaio 2013

Blog di Beppe Grillo – Reddito di cittadinanza: urgente.

“Voglio dirvi cosa è stata per me la fame. Restare senza un lavoro. Non trovare nulla neanche da fare le pulizie. I soldi che cominciano a finire anche se spendi sempre meno e solo al discount. Quando non c’è qualche offerta di lavoro a cui rispondere sei in giro senza fare niente e ti senti una cosa inutile. Guardi la gente che corre al lavoro o indaffarata per commissioni, e fingi di essere indaffarata pure tu, perché un po’ ti vergogni anche se sai che non è giusto. Poi i soldi che finiscono del tutto. Ho vissuto quei lunghi mesi con un amico, anche lui disoccupato. Dormivamo in macchina. Fa più freddo quando non hai mangiato. Con un grosso sacchetto di noci avuto in regalo e un po’ di pane siamo andati avanti in due per un mese. Ho perso 15 kg. Per fare la pipì andavo nei bagni di un pronto soccorso, non potevo farmi un caffè al bar per usare il bagno. Se avevamo un paio di euro entravamo al supermercato, due fette di affettato e un pezzo di pane confezionati, in modo da sapere il totale esatto, contare le monetine e non rischiare di doverli lasciare in cassa. Con i miei facevo finta di avere ancora soldi, non volevo farmi vedere disperata. Andavo a trovarli due volte la settimana, così mangiavo, cercando di non buttarmi sul cibo perché non si vedesse che dalla volta prima non avevo buttato giù quasi niente. Poi ho trovato un lavoro. il mio amico no, solo brevi lavori pagati un nulla. Lui è uno che ha sbagliato, e dopo la galera le porte sono tutte chiuse. In galera non ci vuol tornare, e ha problemi fisici. Non ci sono sussidi, Non c’è niente. Sono anni che lo aiuto in tutto quel che posso, anche se il mio stipendio è piccolino. Si vergogna troppo a dirmi quando ha bisogno, così un paio di volte lo hanno raccolto per strada che era svenuto per la fame. Al mercato sotto casa, quando tolgono i banchi i vecchietti raccolgono gli scarti della verdura da terra. Fa male al cuore. Reddito di cittadinanza: urgente.”
anonima mente

Annunci
5 commenti leave one →
  1. 26 gennaio 2013 9:43 pm

    COME SIAMO RIDOTTI. PER COLPA DI QUATTRO CIALTRONI, LADRI, IMBROGLIONI, CHE HANNO FATTO MILLE LEGGI TUTTE A LORO FAVORE, NON SANNO FAR NULLA. E NOI CHE ABBIAMO LAVORATO UNA VITA, ORA CHE CI RIMANE. I SOLDI NON BASTANO PER ARRIVARE ALLA FINE DEL MESE. NOTAVO PROPRIO QUESTA MATTINA CHE AL SUPERMERCATO NON C’ERA NESSUNO. SIAMO ALLA FINE DEL MESE, OGGI NE ABBIAMO 26. GENTE CHE VENDE L’ORO E PERFINO LA FEDE NUZIALE PER COMPRARSI IL CIBO. SIAMO RITORNATI INDIETRO. MALEDETTA L’EUROPA E CHI HA DECISO DI PORTARCI SENZA IL NOSTRO CONSENSO E MALEDETTO EURO. MALEDETTO PRODI E COMPANY. MORISSERO IN QUESTO ISTANTE.

    Mi piace

    • 26 gennaio 2013 11:52 pm

      Comprendo il suo sfogo, ma è inesatto dire che all’Europa abbiamo aderito senza che ci venisse chiesto il consenso. Le cose sono andate diversamente da come si pensava, ma non sappiamo come sarebbero andate se l’Italia fosse rimasta sola, con la lira in balia della speculazione. Forse non è stato sbagliato aderire, l’errore è nel modo in cui i governi hanno gestito i rapporti comunitari.

      Mi piace

  2. Stefano permalink
    27 gennaio 2013 8:22 pm

    Sono tutti nodi che vengono al pettine: prima ci hanno tolto la giustizia, quindi abbiamo FAME di giustizia; poi ci hanno tolto i diritti acquisiti, quindi abbiamo fame dei diritti negati; poi ci hanno tolto il lavoro, qiundi abbiamo fame di lavoro; e via dicendo… Infine tutte queste fami ora si concretizzano quando ci hanno tolto anche il diritto di alimentarci fisicamente, allora la vera fame ci fa capire a che punto siamo arrivati. Intanto i “porci di Roma” ingrassano ancora indisturbati.

    Mi piace

  3. 24 marzo 2013 12:09 am

    Why visitors still use to read news papers when in this technological
    world the whole thing is accessible on web?

    Mi piace

    • 24 marzo 2013 2:22 pm

      Let’s say because a newspaper costs less and even the poor can buy it? Let’s say because you can read it even if your device is broken?
      Let’s face it: fanatics of the network are like orbs, so their opinions end up sometimes being only vain bullshits

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: