Skip to content

Quattro “ictus” dell’umanità nel secolo XX°

7 giugno 2013

mcc43                                                                                                         —- translator

Le quattro svolte della civiltà del ‘900:

  • l’atomica
  • la pillola anticoncezionale 
  • il trapianto del cuore 
  • la fecondazione artificiale  

L’hanno definito “Secolo Breve” perché le attività, le acquisizioni tecnologiche, le notizie, i rivolgimenti negli stili di vita nel secolo scorso ci sono piovuti addosso con una velocità stordente. Li abbiamo accolti come manifestazione di “progresso” perchè così ci venivano presentati  e non si siamo posti troppe domande. O abbiamo evitato la più importante.
Siamo in grado d’integrare psicologicamente le rivoluzioni profonde del nostro modo di concepire la natura dell’essere umano? Per quest’improvvida omissione il XX° andrebbe considerato  il Secolo delle Sottrazioni di senso.
Nei social network si palesa un’inconsistenza delle opinioni che le assimila a reazioni automatiche innescate dall’ uso di parole chiave più che dalla conoscenza dell’argomento e dal personale convincimento. Si potrebbe supporre che sia  il mezzo a rendere euforici, superficiali, galvanizzati dalla visibilità su scala mondiale. Io, invece, ritengo il contrario: quest’inconsistenza delle analisi preesiste  e segnala una fuga dall’ombra paurosa stesa su tutti noi da alcune tappe cruciali del XX Secolo.

Nel recente passato Scienza e Tecnologia hanno fatto breccia in concezioni ataviche e acquisizioni  filogenetiche che formavano il confine fra la limitatezza dell’uomo e il mistero che lo sovrasta, fosse questo intravisto come divinità o come un progetto innato nella materia.
Definiti “conquiste”, secondo la tendenza a identificare come un progresso ogni inedito pronunciamento scientifico e ogni acquisizione tecnologica, alcuni eventi hanno innescato una mutazione antropologica facendo breccia nella nostra concezione della Morte e della Nascita: della fine e del principio della vita umana sottratti alla “naturalità” e consegnati a un immaginario contraddistinto dall’onnipotenza.
Il XX Secolo ha sottratto all’umanità la concezione dei limiti e l’ha sostituita nascostamente con l’immagine di un’umanità auto-creatrice attraverso auto-attribuite facoltà demiurgiche.  A somiglianza dei prodigi magici del Rinascimento creati influenzando l’immaginario, oggi vediamo che alcuni individui o limitate collettività sono indotti a credere di averne tratto vantaggi, mentre proprio questa convinzione settoriale dimostra l’inesistenza di un’elaborazione psicologica individuale e di una valutazione antropologica sulle ricadute sull’intera collettività umana. Il disagio, l’isteria, l’irrequietudine che pervadono le società sono i sintomi rivelatori di un’elaborazione ancora inconscia, pertanto dolorosa, nonché pericolosa nel presente e immediato futuro. 

Gli eventi registrati dalla Storia come essenziali del secolo scorso sono  a misura delle qualità e delle perversioni umane fino alla Seconda Guerra Mondiale , mentre ciò che è avvenuto dal 1945 in poi corrisponde a una progressiva extra-umanizzazione. Una  maniacale interazione  obiettivi e mezzi per realizzarli  ha instradato l’umanità su un percorso di cui non conosce, né  si cura di conoscere,  il traguardo  e questo segnala  uno stupefacente deficit di riflessione.

 

I 4 “ictus” antropologici del XX° Secolo

Enola GayLa bomba atomica,   spersonalizzazione dell’eccidio, 1945

ll mattino del 6 agosto 1945  un aviatore americano a bordo di un velivolo, sul quale ha dipinto  il nome della propria madre, sgancia su Hiroshima Little Boy,  prima bomba atomica della storia. Per la  prima volta un unico individuo uccide in pochi istanti 200 000 civili, senza necessità di individuare  il nemico, senza timore di essere colpito a sua volta, senza l’eventualità di veder scorrere il sangue dai corpi dilaniati.  Senza, pertanto, provare sentimenti di colpa.
Non fu un combattimento,  fu l’avvio del terrorismo contro i civili. Il primo atto terroristico praticato su vasta scala e  con le mani pulite. Come una pianta infestante,  l’uccidere in modo spersonalizzato  si è diffuso in varie parti del globo, si è affinato  tecnologicamente e  oggi  i droni,  macchine volanti comandate da un computer, sono  accettati con “naturalezza” , senza coinvolgimento emotivo pur nella conoscenza che essi  provocano l’uccisione di civili innocenti.
La Morte collettiva depurata del sentimento di orrore.

 

Contraccezione

La pillola anticoncezionale, libertà di non concepire.1958

Ci provò uno scienziato austriaco nel 1931, ma la scoperta non attecchì. Si era prima di Hiroshima,  il sentimento d’onnipotenza era ancora prerogativa dei dittatori; ma nel 1958 Garcia, Rock e Pincus ne fecero una pillola e la brevettarono con successo commerciale negli Stati Uniti. Da lì arrivò in Europa e ovunque, cambiando radicalmente il rapporto fra i sessi.
Si disse che la donna si riappropriava della propria fecondità, formulazione più garbata di “appropriarsi di una potenziale promiscuità” che era prerogativa dell’uomo. Ciò che la pillola ha sottratto alla donna è una sua specificità naturale: la consapevolezza della ciclicità che si evidenzia in messaggi del corpo e in emozioni differenti nelle fasi del ciclo mestruale.
Un’artificiale eguaglianza con il maschio l’ha posta nell’arena sociale e professionale senza più preclusioni e con l’aspettativa, propria e altrui, di una resa produttiva costante, di una persistente competitività, di una voluta o subita dilazione nel tempo dell’ istinto di maternità.  Sebbene fossero minoranza le donne che  facevano uso della pillola anticoncezionale,  l’artificiale appiattimento sulla resa costante e prevedibile è diventato  una concezione collettiva alla quale fu impossibile  per l’intero genere femminile del mondo occidentale  
sottrarsi.
La Nascita sottratta al caso o alla sorpresa, non  dono  o evenienza problematica, ma obiettivo temporalmente collocabile  fra le tappe della carriera e il climaterio.

Chris BarnardIl Trapianto del cuore, insignificanza del battito cardiaco. 1967

Il primo trapianto di cuore umano viene effettuato il 3 dicembre 1967 in Sud Africa, da Christiaan Barnard assistito da un team di trenta medici e infermieri. La rivoluzione “assoluta”.
Introduce il concetto di corpo-macchina che è possibile sottoporre a revisioni e sostituzioni parziali.
La cessazione del battito cardiaco aveva da sempre consegnato l’uomo alla morte,  la “sua” morte che altri potevano constatare attraverso i loro sensi. Con Barnard la constatazione del decesso  si sposta e va dal cuore al cervello. Dalla constatazione diretta al responso dell’apparecchiatura  che registra il  tracciato cerebrale.
Sarà quindi un tracciato cerebrale a stabilire il passaggio da “corpo” a “insieme di parti” riutilizzabili: espiantabili per ricollocazione  in un altro corpo-macchina dal funzionamento  difettoso.
Inaspettatamente si è riaffacciato nella modernità lo smembramento sacrificale che gli antichi conoscevano dal mito di Dioniso: catturato, sezionato e divorato dai Titani (tranne il cuore!)   e che aveva fatto capolino anche nel racconto dell’Ultima Cena.
Alla Morte individuale  viene sottratto il significato psicologico di “fine” del corpo e quello mitico della sua  resurrezione integrale.

Inseminazione artificialeL’Inseminazione artificiale, procreazione senza eros. 1978

Robert Edwards  portò a compimento la prima riuscita inseminazione artificiale, dalla quale nacque una bambina il 25 luglio 1978. Conosciuta come FIVET (Fertilizzazione In Vitro con Embryo Transfer) l’inseminazione  extrauterina libera dalla necessità dell’esistenza di due partner congiunti in un atto sessuale.
La tecnica si è talmente evoluta da suscitare e soddisfare una vasta gamma di esigenze che oltrepassano la motivazione iniziale: consentire di avere figli a coppie afflitte dalla sterilità, coppie  disinteressate all’adozione di bambini già in vita e senza genitori.
Ha aperto alla soddisfazione egotista di  un figlio predestinato a non avere padre; o a non avere madre se – con la pratica degli uteri in affitto – un uomo ambisce alla paternità senza coinvolgersi in una relazione eterosessuale. Sono stati messi in commercio kit del fai-da-te per le coppie lesbiche, alle quali occorre solamente procacciarsi lo sperma. Sono nate banche del seme, con schede attestanti il pedigree del donatore.  Infine, con il passaggio alla modificazione in laboratorio degli ovociti, si possono far nascere bambini che hanno, geneticamente,  non due ma tre o più genitori. Poiché la parità [!] è un valore di spicco: la madre di un bambino concepito in provetta può decidere di non riconoscerlo alla nascita  esattamente come può fare la madre che procrea  in modo naturale. 
Quale destino per gli embrioni inutilizzati? “ Possono essere congelati, ma il ricorso alla crioconservazione è  consigliabile soltanto per gli embrioni qualitativamente buoni, per i quali l’esperienza indica un 70% di probabilità di “sopravvivenza” dopo lo scongelamento.”  Embrioni “qualitativamente buoni” !  Vite potenziali considerate materia prima biologica da conservare nel frigo, poi si vedrà…

C’è qualche dubbio che il cammino del cosiddetto progresso coincide con l’inflazione dell’egotismo e  che la soddisfazione dell’adulto oscura  i diritti del bambino? Sembra a me inquietante che non vengano condotte (rese pubbliche?) indagini psicologiche sui figli del Fivet. Basta loro sapere di essere stati desiderati per restare sereni all’idea di mamma-provetta? Come vengono psicologicamente assistiti quelli che vorrebbero rintracciare il padre-donatore di sperma?
Sono a conoscenza di un solo uno studio ed è limitato al livello fisico, onde riscontrare particolari vulnerabilità o propensioni a malattie; la conclusione è che … eccellono nello sport,  ma sono un po’ più predisposti alla depressione. Trattandosi di considerazioni psicologiche, su questo punto lo studio si è fermato, lasciando il sospetto d’essere  soprattutto uno spot promozionale del metodo.

Ritengo un comportamento altamente arrischiato lasciare solamente alle religioni l’onere di rallentare la deriva dello scientismo in un mondo che si crede laico, ma è avvolto da una nuvola di superstiziosa fede nella Scienza. In condizioni di salute psichica collettiva  laico non sarebbe  sinonimo di mancante  d’empatia. Un sano laicismo, inoltre, riuscirebbe a individuare nella cancellazione del requisito di eterosessualità per il matrimonio non il rimedio a una perpetrata ingiustizia, ma una presente conseguenza – destinata a mutare ancora in più complesse direzioni – della frattura tecnologicamente praticata nel concepimento naturale.     

La Nascita sottratta alla Natura e consegnata all’alambicco del mago/scienziato.

albert einsteinQualsiasi pazzo intelligente può rendere le cose più grandi, più complesse e più violente.Ci vuole un tocco di genio – e tanto coraggio – per muoversi nell’opposta direzione”

Google+

Annunci
4 commenti leave one →
  1. 7 giugno 2013 10:35 pm

    Non ce l’abbiamo un tocco di genio, caro Albert, noi agguantiamo quello che ci danno cercando di arrivare per primi e sentirci all’avanguardia oppure al sicuro dietro le versioni ufficiali : “le atomiche sul Giappone hanno salvato tante vite americane”. Questo post è come una medicina amara da mandar giù, ma molte cose talvolta le avevo intuite, senza fermarmici troppo perchè, proprio come scrivi, si è come assaliti da un’ombra scura “dove stiamo andando?”

    Mi piace

  2. 16 giugno 2013 1:41 am

    C’è un altro ictus della società odierna che si chiama “eutanasia infantile” che oltre a quella già praticata negli adulti questa ha la pretesa aiutare quei bambini che “con il loro consenso informato” possono decidere di porre fine alle loro sofferenze, purché fisiche!
    Siamo nell’epoca del post-post, dove tutto è permesso ed anche quello che appare non esserlo lo sarà.
    E’ la logica che pervade la cultura luterana-calvinista del Belgio, di quella piccola nazione che s’era macchiata, anche nelle sfere aristocratiche, di mostruose connivenze negli omicidi di Marcinelle, ma messe a tacere immediatamente. E’ la proposta di legge di un probabile affiliato a qualche associazione sommersa che ha redatto una legge per eliminare alcuni bambini.
    Che società è mai questa? Che schifezza umana, se mai di umanità si pensa di aver a che fare, rappresentata da politici che servono la testa di un piccolo all’altare della depravazione più abbietta?

    Mi piace

  3. 16 giugno 2013 12:15 pm

    Caro Pitocco, questa notizia che dai mi mancava … e mi fa mancare il respiro!
    Arriva mentre ho mentalmente in gestazione un post sulla tragica situazione in cui si trova il “Bambino”, perchè è il concetto stesso di infanzia che , come vedi, è in corso di abrogazione.
    A mio parere, restano le quattro tematiche che ho evidenziato come “accidenti” devastanti del nostro immaginario- da cui si ramificano innumerevoli stravolgimenti.
    Quella dell’eutanasia da codificare per legge, e che si propone di estendere ai bambini, è la degenerazione dell’ictus numero due: trapianto di cuore = corpi macchina. I corpi ormai equivalgono a persone solamente fino a che funziona in qualche modo il cervello.
    Dunque se un bimbo parla e risponde a tono è deputato a scegliere per la sua macchina-corpo un’iniezione dolcemente letale, magari lasciando in regalo il cuoricino a un altro corpo-macchina.
    Quando si varcano certe porte che erano controllate dall’evoluzione gli apprendisti stregoni esercitano tutto il loro senso di diabolica onnipotenza ipocrita, perchè certamente sopra queste proposte di legge si stende un velo di “compassione” per i piccoli sofferenti!

    Mi piace

Trackbacks

  1. Matrimoni e “surrogati” | MAKTUB

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

zeitderreife

Meine Bilder, Gedanken und Emotionen

FirstOneThrough

Israel Analysis

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: