Skip to content

Egitto: faziosità e ricerca dell’identità

10 luglio 2013
tags: ,

mcc43

Google+

Report e commenti sull’evoluzione dei fatti in Egitto, iniziano in questo blog con : Egitto e i nuovi Faraoni, proseguono con l’aggiornamento multilingue  in tempo reale da varie fonti nella raccolta : Egypt/Egitto e la destabilizzazione del mondo arabo

*******

Cartina EgittoEgypt’s split personality and battle over identity

autore Dan Murphy 

Tradotto da fonte 

Un’Egiziana in questa fase di turbolenza 

La giornalista egiziana, del Cairo,  Sarah Carr scrive oggi (8 luglio) di come gli Egiziani parlano di sè: concentrandosi più sulle aspirazioni malvage / illegittime degli avversari che su come guarire le ferite nazionali. Quando si legge negli articoli sull’Egitto la parola “polarizzazione” è di questo che si sta parlando.

La politica egiziana e la società in generale sono attualmente divise lungo linee di identità in un modo sconosciuto rispetto agli ultimi tre anni. Questo problema è talmente cronico che i meriti o demeriti di un argomento sono quasi interamente determinati dalla persona che parla, attraverso una nebbia di rabbia e sospetto.

Per tutta la settimana passata, ho fatto la spola tra dimostranti pro-e anti-Morsi. Come viaggiare tra due pianeti! Il campo pro ha un numero significativamente maggiore di uomini che donne – anche se ce ne sono e anche bambini – e manca la diversità sociale del campo anti. Non ho mai visto lì una donna senza velo che non fosse una giornalista. Non ho mai incontrato un cristiano né l’ha mai incontrato un altro giornalista (da notare che i manifestanti pro-Morsi e i media che li fiancheggiavano hanno spesso sostenuto che dei cristiani frequentavano i loro sit-in). Allo stesso tempo, sostengono che la chiesa assecondava il complotto “sostenitori Mubarak-USA-sionisti” per spodestare Morsi.

Il punto è: la folla pro-Morsi è in gran parte omogenea. Gli avversari utilizzano quest’omogeneità come prova che i Fratelli Musulmani, nella migliore delle ipotesi, sono un’organizzazione che non è riuscita a commercializzare se stessa presso gli avversati e, nel peggiore dei casi, un gruppo chiuso, indifferente a chi non è dei loro. Mentre l’opposizione dei F.M. potrebbe aver ragione in quest’affermazione, molti vanno oltre, qualificando tutti i sostenitori di Morsi come membri della Fratellanza musulmana, androidi programmati dalla Guida Suprema. Il termine popolare dispregiativo per loro è khirfan (pecora). L’obiettivo è di disumanizzare e negarne l’autonomia, allo stesso modo in cui i Fratelli Musulmani respingono gli avversari come tutti kuffar (infedeli) o feloul (approfittatori del regime di Mubarak).

Sarah Carr aveva votato per Morsi – alla resa dei conti la scelta migliore dell’ex servo di Mubarak Ahmed Shafiq, arrivato secondo – ma ha antipatia per il progetto dei Fratelli Musulmani ( partecipa alla gestione del blog “Fratelli Musulmani in inglese” che si concentra sulle loro sparate e commenti infiammatori)  e per l’atteggiamento di Morsi ,particolarmente tollerante della retorica settaria della volontà di potenza. Tuttavia si preoccupa del danno fatto dal risorgente establishment militare:

“La mia posizione sugli eventi pre-30 giugno [giorno della grande manifestazione anti-Morsi] non è modificata, pertanto: si sarebbe dovuto lasciare fallire i Fratelli Musulmani poiché non avevano (ancora) commesso atti che giustificassero la rimozione di Morsi da parte dei militari.
Il prezzo che l’ Egitto ha pagato e pagherà per le conseguenze di questa decisione sono troppo alti.
Ha creato una generazione di islamisti che ovviamente  crederanno che la democrazia non li include.
Le ricadute del dopo-30 giugno ribadiscono questa convinzione, specialmente perché sono stati chiusi i canali islamici e i giornali che erano la voce degli islamisti, perché sono stati arrestati i leader e tenuti in isolamento. Da trent’anni, Mubarak ripeteva che il “giusto processo” non si applicava a loro (FM) e ora una “rivoluzione” popolare lo sta confermando.

E’ la società egiziana che pagherà il prezzo delle rimostranze che questo causa e il fatto che, con i media silenziati e nessuna copertura indipendente essi sono stati lasciati praticamente senza canali per far sentire la loro voce. “

Video dell’uccisione dei dimostranti davanti alla sede della Sicurezza Militare,
dove si ritiene sia detenuto Morsi,
attaccati dall’esercito durante la Preghiera dell’Alba.

nota sulla libertà d’informazione sugli eventi di questi giorni:

8-7: Alla conferenza stampa dei militari nel pomeriggio il corrispondente di Al Jazeera Arabic, che era stato generalmente indulgente con i FM in precedenza nelle sue corrispondenze è stato cacciato dalla sala dai corrispondenti pro-esercito. La  CNN  ha dovuto ritirare la sua troupe dalle strade ieri davanti alla rabbia dei manifestanti perché intolleranti di ogni critica dei media stranieri verso  l’esercito.

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

Don Charisma

because anything is possible with Charisma

editoriaraba

Libri, autori ed eventi letterari da Maghreb, Medio Oriente e Golfo

Ella Gadda

"Oh, santo Dio, la vita ci raggiunge dovunque!"

Aletho News

ΑΛΗΘΩΣ

Tom Rollins

Middle East politics: Egypt, Israel-Palestine and foreign policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: