Skip to content

I Bambini e il marketing del gender

11 febbraio 2014

mcc43

E’ una collaudata tecnica di marketing  instillare nel pubblico  l’idea che esiste un desiderio e il prodotto da lanciare sul mercato ha precisamente le caratteristiche per soddisfarlo. In questo periodo alla UE occorre un robusto marketing per il suo prodotto: il genere neutro.

volto androgino Il Consiglio d’Europa ha promosso un programma per il contrasto delle discriminazioni dell’orientamento sessuale e l’identità di genere che prevede per  tutti i paesi membri l’adozione di una Strategia Nazionale LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali) .  L’ Italia parte con perversa confusione:  il piano multidisciplinare è affidato alla Unar che è l’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali e già siamo fuori tema; inoltre il motto Unar è “a difesa delle differenze” mentre la politica unificazionista della UE  le differenze vuole cancellare , con l’adozione delle accezioni neutre e della parificazione degli orientamenti sessuali.

L’Unificazionismo, che deriva dalla teoria del gender, è  calato dall’astratto nella pratica quotidiana, dai documenti al lessico da adottare. Qualche scuola in Italia si è già portata avanti dando l’ostracismo a papà e mamma sostituiti da una numerazione che segue la parola genitore, sulla scia della nazione pilota in questo campo che  è, altresì, il paese con la popolazione più depressa d’Europa.  (ved.  Belgio… dieci anni deprimenti).

Il marketing  dell’ Unificazionismo ha il compito di devastare l’attività riflessiva personale e accodare le opinioni al concetto che si vuole imporre. Tutto ciò che resiste al martellamento viene confezionato con l’etichetta arretrato o retrogrado, e  soprattutto bigotto. La filogenesi? Una bazzecola. Non mancherà l’occasione di fare l’operazione contraria: sconfezionare il prodotto gender per controllare gli ingredienti,  ma per il momento provoca sconcerto la rapidità del marketing aggressivo sui bambini.

Essendo il diritto all’adozione da parte delle coppie omosessuali lo scoglio più scivoloso, il salto più spericolato, la breccia più larga nel senso comune, è sull’infanzia  che si lancia l’operazione  i- bambini-sono-d’accordo.

Per inciso, la stessa operazione già si intravede qua e là per  lo sdoganamento della pedofilia che ha in Italia  fin dal 1985 un portabandiera, se non ha mutato opinione nel frattempo, in Nichi Vendola (ved. Repubblica).
Recentissima l’indagine IPSOS su adulti fra i 25 e 65 anni, secondo la quale un adulto su tre trova accettabile il sesso degli adulti con i minori. Con un bel marketing virale la lobby, potentissima, dei pedofili riuscirà a darsi una “dignità” nonostante la repulsione che l’adulto in salute psichica prova al pensiero.
Il trucco: in pochi fanno apparire reale il  raccontato,  e falso ciò che le moltitudini provano effettivamente. Orwell docet.

Sotto il titolo “a noi piace qualsiasi tipo d’amore” – un’affermazione che Hannibal Letter sottoscriverebbe per la carne umana – YouTube ha gemmato questo fior d’inchiesta sub_dolus con il titolo “ AMORE GAY – le reazioni dei bambini,  Cosa succede se chiedi ad un bambino cos’è l’amore? E se gli chiedi cosa ne pensa dell’amore gay?

Una voce fuori campo pone ai bambini – da tre a undici anni – una serie di domande. “Ti sei mai innamorato?” Incalzando   “Che cos’è l’amore per te?”  .
Il ventaglio di risposte va da un fantastico e sano “Non lo so!!”  dell’intervistato più piccolo al  desolante  e comico  “E’ uno che ha la fidanzata e va sul  letto” . Patetico esempio dell’impoverimento dell’affettività in conseguenza della precoce sessualizzazione  che, a partire dai media, si sta imponendo ai bambini  (ved. & ved. )

E l’amore ” tra due donne?” persegu_ita l’accanito intervistatore. La mimica di queste due bambine  è la prima risposta, troppo bella per essere cancellata nel montaggio del video. Segue, poi, una sequenza di volti sorridenti che dicono “Per me, sì” . Ognuno può credere che queste risposte affermative seguano effettivamente la domanda sull’amore lesbico . Oppure può sospettare che  la domanda posta ma eliminata dal video fosse un’altra, magari: “Le caramelle dovrebbero essere gratis?” 


E’ la tecnologia, bellezza! Ti può far scambiare lucciole per lanterne.

bambine schifate

 Google+

4 commenti leave one →
  1. salgino permalink
    11 febbraio 2014 7:05 pm

    io sono d’accordo con l’articolo: fra un po’ dovrò dire “me” sono d’accordo perchè “io” è un po’ troppo identificativo.

    Mi piace

  2. 13 febbraio 2014 12:50 am

    Ottimo,

    Mi piace

  3. 13 febbraio 2014 2:28 am

    Non farei troppi giri di parole.Il problema di fondo, secondo il mio punto di vista, sta nell’accettazione, di alcune frange della “intellghenzia” delle regole contro natura. Ma a che scopo?
    Una volta si scriveva che la droga dilagante fu introdotta per minare la gioventù (cosa che è accaduta), poi, ed assieme, il sesso libero, quindi la libertà della donna e del suo utero (l’utero è mio e me lo gestisco io! Erano queste le frasette di quelle simpaticone degli anni 70). Poi è arrivata la moda dello sballo settimanale dell’alcool che ancora perdura in moltissime città con la complicità delle amministrazioni locali che vedono aumentare i loro guadagni. Poi è arrivata la rete, libera (falso), in cui tutti, bimbi compresi, possono sbirciare nei siti dove il porno dilaga senza remore (gli Usa sono il primo paese per il commercio del porno ed a seguire la Germania) e senza nessun freno. I genitori sono stupidi, ignoranti e spesso incapaci di far fronte a questa soverchia massa di informazioni e demordono educativamente, trascinando con questo atteggiamento i giovani alla disperazione, ai suicidi, a bimbe di 12/15 anni sfatte sessualmente incapaci di dare valore ad ogni evento. Ora la moda non è finita e come hai evidenziato, l’attacco è alla famiglia, al genere, ma anche la parola genitore ha un genere: il genitore, la genitrice, coloro che generano-
    Ma passi pure questa moda, mentre non deve assolutamente passare, costi quel che costi, la violenza psicologica e subodola delle istituzioni nel condizionamento sulle menti dei bimbi, incapaci di valutare e di discernere. Ogni cosa che accade per un bimbo è la realtà assoluta, non ne ha altre, non ha esperienza, non ne ha mai avute prima e non può confrontare e quindi poter scegliere. E’ la realtà assoluta. E’ un attentato contro il futuro della nostra società ed è il peggior crimine che altro essere umano possa compiere.

    Mi piace

  4. Antonia Labate permalink
    16 febbraio 2014 2:15 pm

    Sono senza parole! Bisogna reagire come sta facendo questo avvocato, prima che la legge passi anche al Senato, oggetto di scambio fra partiti
    http://www.ilgiornale.it/news/interni/mi-denuncio-sono-omofobo-e-pronto-ad-andare-galera-992845.html

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mariepaz

La investigación cultural y linguistica nunca se acaban

FONTANA STEFANO BLOG

Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Conoscere per non cascarci

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Lorenzo Piersantelli

Tutto ciò che mi circonda, nel bene e nel male, è un haiku....

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

"Chi non dice quello che pensa, finisce per non pensare quello che non può dire" Giovanni Sartori

John Tevis

Analyst and Writer

Beauty Break

La mia pausa di bellezza

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Anna My World Of Makeup

Rencesioni e tutorial Makeup Moda & Lifestyle

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India)

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

JIHADOLOGY: A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

Carmine Aceto

Il mondo è pieno di altri - www.medium.com/carmine-aceto

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

pietervanostaeyen

Musings on Arabism, Islamicism, History and current affairs

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages. (un blog à venir)

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

Don Charisma

because anything is possible with Charisma

editoriaraba

Libri, autori ed eventi letterari da Nord Africa e Medio Oriente

Aletho News

ΑΛΗΘΩΣ

Tom Rollins

Middle East politics: Egypt, Israel-Palestine and foreign policy

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 997 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: