Skip to content

I Diritti “foglia di fico”

10 marzo 2014

mcc43                                                                                 Google+

-le conseguenze del rendere “donna” una categoria politica
-le diverse priorità della “cittadina” e della “parlamentare”

quote rosaSono giorni caldi sull’argomento “quote rosa”, che nella versione attuale significa “cinquanta per cento di femmine” in prima posizione nelle liste elettorali. E’ l’interpretazione numerico-burocratica della demolizione  di quel “soffitto di vetro” che tiene le donne in posti subalterni. E’ la foglia di fico che copre la non volontà di risolvere il problema vero: assicurarci una classe politica dignitosa attraverso criteri di competenza, etica e senso dello stato.

Le donne, ci illumina Laura Boldrini, sono il cinquanta per cento della popolazione. Siccome per riprodurci è necessario che vi sia una popolazione numericamente equilibrata fra membri  maschi e femmine, l’argomentazione non fa una grinza. Però sorvola sul fatto che l’essere di un genere o di un altro non costituisce una categoria politica. Abbiamo ottenuto la piena cittadinanza con il suffragio universale, ora, volendo trasformare la persona-donna in una categoria, e tutto si può volere, anche le più macroscopiche sciocchezze, una legge siffatta inventa diritti e crea nuove discriminazioni! C’è una componente del paese che si sta promuovendo come “categoria”, gli omosessuali, pertanto  si istituisce il loro diritto di chiedere un’adeguata rappresentanza numerica. E che dire della appartenenze etniche? I nuovi italiani di origine straniera che rivendicano la piena integrazione  diventano anch’essi una categoria e dovrebbero avere un posto assicurato fra i capolista. E le categorie professionali, quelle sì già ben delineate, devono restare escluse da un parlamento che, con tale legge, potrebbe via via  diventare l’edizione riveduta e ampliata della Camera dei Fasci?

 La campagna per le  quote rosa, come tante altre,
è parte della nuova era dei
diritti foglia di fico  che
sostituisce alle restrizioni esterne
le proprie compulsioni interne.

Non so da dove abbia origine la certezza che le donne del nostro paese considerino una priorità e un vantaggio avere la metà dei posti di capolista assicurati, o  il quaranta percento strappato nel mercanteggiamento di Renzi e Berlusconi. A naso, direi che chiederebbero, e  subito, una buona assistenza sanitaria, delle previdenze per la cura dei famigliari anziani o portatori di handicap, tanti begli asili e scuole a tempo pieno ….. 

Marianna Madia

Marianna Madia

Ma chi dà voce alle cittadine italiane?
Una ministra che entra in carica al termine della gravidanza?
O le parlamentari che allattano durante le sedute alla Camera?

Accettare di identificarsi come “categoria politica” significa negarsi la propria specificità come persone femminili  e considerare quelle funzioni che ai maschi sono negate come un imbarazzante accessorio, cui non si permette di intralciare la carriera. Significa ignoranza delle più banali osservazioni psicologiche e personale sordità all’ istinto naturale. 

Nel periodo fetale e nei primi tre anni di vita del bambino tra la madre e il figlio intercorre una comunicazione,  non razionale ma emotiva, che formerà la struttura portante della psiche. Fa parte dei doveri materni offrire – per quei tre anni –  la piena disponibilità emotiva sapendo che in quelle fasi, l’orale e l’inizio di quella anale, il bambino fa le esperienze che devono renderlo un adulto sicuro del proprio diritto di esistere, capace di autodeterminarsi, di non dipendere dall’ambiente, di sentirsi soggetto di diritti. Oppure queste esperienze non le fa …  e la migliore delle educazioni a seguire poggerà sulle sabbie mobili. Ma la perdita non è solo del bambino, lo è anche per la madre. La donna perde l’intima serenità di ricreare se stessa insieme a “quel” figlio, perché ogni gravidanza e cura del bambino sono diverse. Lo comprende bene la donna che resta in contatto con le sue emozioni e i suoi istinti.

Mamma e bambino a fare la spesaTre anni. Non è richiesto di assentarsi dalla vita pubblica per sempre. E’ richiesto solo di fare una pausa nella corsa dell’ambizione, magari per aver tempo di parlare con le “cittadine normali”, quelle che, con il pancione, rincorrono l’autobus perché non possono arrivare tardi al lavoro, forse mal pagato o precario se non addirittura in nero, e nessuno porta loro la borsa. O quelle che lasciano il bambino all’asilo, in ansia perché ha tossito tutta la notte e con il rimpianto che altre si prenderanno cura di lui e alla sera, dopo aver fatto la spesa, sarà troppo stanca per fargli tutte le coccole che entrambi desiderano.

Sì io voglio tante tante tante donne nelle istituzioni, in parlamento, ai vertici delle aziende, ma  in pace con la loro vita di donna, pronte a “dedicarsi” alle responsabilità, non a carpire un ruolo per compensare le frustrazioni. Donna, non “categoria politica”  

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Chiara Zanone Translations

Italian translator and proofreader

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

مدوّنة مريم

“Each generation must discover its mission, fulfill it or betray it, in relative opacity.”

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

TU PUZZI

Com'è grande il pensiero che veramente nulla a noi è dovuto C. Pavese

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Hic Salta!

LE MONDE N'EST PAS ROND

Artistic webzine on migration, borders, human rights

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

Lorenzo Piersantelli

Tutto ciò che mi circonda, nel bene e nel male, è un haiku....

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

"Chi non dice quello che pensa, finisce per non pensare quello che non può dire" Giovanni Sartori

John Tevis

Analyst and Writer

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Anna My World Of Makeup

Rencesioni e tutorial Makeup Moda & Lifestyle

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India)

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

Carmine Aceto

Il mondo è pieno di altri

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: