Skip to content

Tel Aviv, 6 aprile 1917: evacuazione generale della città, esodo degli Ebrei

6 aprile 2014

mcc43                                                                                                                                  Google+

mappa Impero Ottomano 1914

Impero Ottomano, 1914

Prima del 1918 la Palestina era parte dell’Impero Ottomano.
Alla fine dell’800, dal punto di vista religioso, la popolazione contava 86% di Musulmani, 10% di Cristiani, e 4% di Ebrei.
Tutti loro si pensavano connazionali e sudditi dell’Impero Ottomano. In “quella” Palestina il problema era il medesimo di ogni altra comunità, da sempre: il dislivello economico, le tensioni fra i ricchi e i poveri.
Poi scoppiò la guerra.
Con la Prima Guerra mondiale, si forma un sistema di alleanze che vede da un lato Germania, Austria-Ungheria, Regno di Bulgaria e Impero Ottomano, dall’altro Russia, Francia e Gran Bretagna.

La componente ebraica in Palestina inizia a rafforzarsi dagli inizi del ‘900 con il diffondersi dell’ideologia sionista che attrae nuovi migranti. Una folta colonia di ebrei russi, da poco tempo insediatisi, veniva guardata con sospettodalle autorità ottomane fin dallo scoppio della guerra. Un sospetto fondato sul loro diffuso orientamento laico e sulla possibilità di persistenti legami con la ex-madrepatria, ora parte del fronte nemico.Per prevenire il rischio di avere entro i propri confini una quinta colonna pro-Russia, nel novembre del 1914 le autorità ordinarono un controllo capillare sui residenti di Tel Aviv e Jaffa per individuare quelli privi della cittadinanza ottomana. Il mese successivo 750 ebrei russi furono deportati a Alessandria d’Egitto.

Tel Aviv 1909

Tel Aviv, 1909

Da gennaio 1917 le forze britanniche si preparano a entrare dal Sinai nella Palestina.

In previsione dell’attacco, il marzo 28, Ahmed Jemal Pasha, governatore militare della Siria (comprendente quello che oggi è territorio israeliano) convocò i capi della comunità ebraica di tel Aviv. Ordinò, “per la loro sicurezza” di lasciare la città e diede una settimana per organizzare la partenza e trovare una nuova località di residenza.

Il provvedimento di evacuazione interessava tutta la popolazione civile: i musulmani poterono rientrare entro pochi giorni, gli ebrei solo nel dicembre, quando le forze britanniche conquistarono la Palestina.


La data stabilita per l’evacuazione di Tel Aviv
era il 6 aprile, vigilia di Pasqua.

Un primo gruppo di ebrei riparò a Petah Tikva e Gerusalemme, ma la settimana seguente venne loro ordinato di spostarsi più a nord. Altri si diressero a Kfar Saba, Zichron Yaakov e Haifa, trasportati su carri a Tiberiade, altri vennero dislocati a Damasco.
Nonostante l’assistenza delle organizzazioni caritative americane e l’aiuto di altre comunità ebraiche, fra gli ebrei di Tel Aviv vi furono alti tassi di mortalità.
I più poveri non avevano un tetto sotto cui risiedere continuativamente e furono costretti alla vita nomade. Molti morirono di tifo, di freddo, di denutrizione; si pensa che un totale di 1.500 ebrei sia deceduto per gli stenti, parecchi di loro sepolti in tombe ignote.

Dal dicembre 1917, dopo la conquista inglese di Jaffa e Tel Aviv, gli ebrei deportati presero la via del ritorno, mentre la guerra continuava fino alla resa dei turchi il 31 ottobre 1918.

sintesi da Haaretz

 

***

sulle persistenti responsabilità occidentali nel conflitto fra Israeliani e Palestinesi vedere Il sostegno a Israele è la “religione civile” dell’Occidente

I commenti sono chiusi.

Chiara Zanone Translations

Italian translator and proofreader

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

مدوّنة مريم

“Each generation must discover its mission, fulfill it or betray it, in relative opacity.”

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

TU PUZZI

Com'è grande il pensiero che veramente nulla a noi è dovuto C. Pavese

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Hic Salta!

LE MONDE N'EST PAS ROND

Artistic webzine on migration, borders, human rights

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

Lorenzo Piersantelli

Tutto ciò che mi circonda, nel bene e nel male, è un haiku....

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

"Chi non dice quello che pensa, finisce per non pensare quello che non può dire" Giovanni Sartori

John Tevis

Analyst and Writer

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Anna My World Of Makeup

Rencesioni e tutorial Makeup Moda & Lifestyle

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India)

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

Carmine Aceto

Il mondo è pieno di altri

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: