Skip to content

Come addestra i poliziotti Israele per renderli così ?

6 luglio 2014

mcc43

2014, Gerusalemme: i poliziotti 

“Che diavolo hanno costoro? che c’è d’allegro in questo maledetto paese? dove va tutta quella canaglia? ”
L’innominato, Promessi Sposi, A. Manzoni

 

da NY Times 

Qui sotto da un’altra angolazione –  ancora dal NY Time che dà rilievo ai fatti perché la vittima ha la cittadinanza americana – così da avere la certezza che non si tratta di un falso.

La prima reazione di una persona normale è l’incredulità, ma poi si rammentano casi della cronaca italiana e ci si rende conto che indossare una divisa non è cosa da tutti.

Indossare la divisa dovrebbe significare  “ho una maggiore responsabilità “per” e “di fronte” alla collettività nazionale” ma i deboli la intendono come “fa’ ciò che vuoi, sia la rabbia la tua legge“.   Indossare degnamente una divisa è da persone forti. Chi non lo è non deve essere arruolato. Chi smette di essere forte quando è in servizio deve essere cacciato e portato in Tribunale, l’accusa deve comportare l’aggravante di “teppismo praticato a nome dello Stato“. 

Il trattamento che si vede è stato praticato giovedì nel corso degli scontri – “lancio di pietre ” vs armi antisommossa – seguiti alla notizia dell’uccisione del ragazzo palestinese Mohammad Abu Khdeir.

police israel palestinian protests

Screenshot del live di RT durante il funerale di Mohammad Abu Khdeir

Tariq Abu Khdeir  è stato preso, detenuto illegalmente senza notifica delle accuse a suo carico e brutalizzato; dalle mani della polizia è uscito vivo. A suo cugino  Mohammed Abu Khader i sequestratori avevano dato fuoco mentre era ancora vivo. Vendetta fai-da-te per il sequestro e l’uccisione dei tre ragazzi israeliani. Un Palestinese preso a caso, tanto agli occhi della canaglia ogni Palestinese è colpevole di esistere. 

L’odio anti-Palestinese distoglie dalla critica alle proprie autorità, per come era stato ignorato l’appello di uno dei tre ragazzi ebrei rapiti, per come lo stato –  che nel volgere di poco tempo aveva individuato lo svolgimento dei fatti e la probabile zona di sepoltura di Naftali Frenkel, Gilad Shaer, Eyal Yifrah – aveva alimentato la rabbia popolare facendo intendere che fossero ancora vivi e prigionieri. 

Larry Derfner, giornalista e opinionista israeliano “Ma se i tre ragazzi sono innocenti e il loro rapimento sbagliato, ciò non significa che Israele è innocente o irreprensibile in ciò che fa ai palestinesi; al contrario. Israele ha in corso una dittatura militare in Cisgiordania, il che significa che Israele condivide la colpa del rapimento a causa del trattamento che riserva ai palestinesi. Quindi, in ultima analisi, la risposta ai rapimenti e altri atti di terrorismo contro gli israeliani è quella di porre fine all’occupazione, lasciare che i Palestinesi abbiano il loro stato, mettere un confine tra Israele e Palestina, come c’è un confine tra Israele e gli altri Stati limitrofi, e tali attacchi avranno fine – soprattutto se Israele avrà firmato un trattato di pace con la Palestina come ha fatto con l’Egitto e la Giordania.”

******************

da post del 2011  Come addestra Israele i soldati per renderli così?
Sono dei ragazzi, hanno madre, padre, fratelli, fidanzata e provano l’intera gamma dei sentimenti e delle emozioni di ogni altro giovane al mondo.Poi indossano la divisa, caricano in spalla lo zaino, imbracciano l’arma e diventano altro. Quasi che in quell’attrezzatura vi fosse -invisibile- una seconda personalità che prende il sopravvento su quella naturale. Non svaniscono le memorie personali, svanisce la loro relazione con il mondo. “L’IO soldato” non conserva traccia di empatia ….

Google+

One Comment leave one →
  1. Yuri permalink
    9 luglio 2014 10:18 am

    Molto del problema sta nel modo con cui vengono raccontate le cose: per far sì che Israele appaia sempre sulla difensiva, quindi legittimato a fare quello che fa
    Western media’s coverage of Palestine: part of the problem
    http://nena-news.it/western-medias-coverage-palestine-part-problem/

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Chiara Zanone Translations

Italian translator and proofreader

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

مدوّنة مريم

“Each generation must discover its mission, fulfill it or betray it, in relative opacity.”

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

TU PUZZI

Com'è grande il pensiero che veramente nulla a noi è dovuto C. Pavese

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Hic Salta!

LE MONDE N'EST PAS ROND

Artistic webzine on migration, borders, human rights

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

Lorenzo Piersantelli

Tutto ciò che mi circonda, nel bene e nel male, è un haiku....

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

"Chi non dice quello che pensa, finisce per non pensare quello che non può dire" Giovanni Sartori

John Tevis

Analyst and Writer

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Anna My World Of Makeup

Rencesioni e tutorial Makeup Moda & Lifestyle

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India)

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

Carmine Aceto

Il mondo è pieno di altri

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro