mcc43

Giorno nero, situazione imbarazzante. Obama è al microfono e inizia il discorso. Tra il pubblico una signora, una piccola donna che incrociata per strada sembrerebbe come tante, imprime al meeting una svolta non prevista dal servizio di sicurezza.
Voce potente quanto l’indignazione, inizia a snocciolare accuse, quelle che molti vorrebbero rivolgere al presidente degli Stati Uniti.
Obama cerca di interromperla. Impossibile. Resa incondizionata alla combattiva biondina, che non tace nemmeno mentre gli agenti della sicurezza la prendono sottobraccio e la trascinano all’uscita. Inciampa, cade, ma non smette di elencare:

.

 Abdul Rahmani al-Awlaki  aveva 16 anni
perchè lo hai ucciso?
Puoi togliere i droni dalle mani della CIA?
Puoi dire ai Musulmani che le loro vite sono preziose come le nostre?
Puoi far smettere le uccisioni sulla base
di un semplice sospetto?
Ti scuserai per le migliaia di Musulmani
che hai ucciso?
Compenserai le famiglie delle vittime?
E’ questo che ci renderebbe più sicuri qui a casa nostra.
Io amo il mio paese, la legge.
Sono i droni a renderci meno sicuri.
E’ Guantanamo che…  

Un fiume in piena! 

Video Facebook

 

https://www.facebook.com/video.php?v=694746157259072&pnref=story

 

thanks to @WahedMasri

Google+

Annunci