Skip to content

I giornali, l’attentato del Bardo e il Minotauro

21 maggio 2015
tags:

mcc43

minotauro

A Creta viveva il Minotauro, l’orrendo mostro che si cibava solo di carne umana. Ogni anno Atene doveva inviargli le vittime per la sua cieca ingordigia.

“Secondo i media tunisini, che riportano indiscrezioni dell’inchiesta sull’attenato al museo del Bardo, il 18 marzo, giorno della strage, Abdelmajid Touil, il marocchino arrestato mercoledì nel Milanese, avrebbe incontrato in place Pasteur i due terroristi poi uccisi dalle forze speciali al museo. Proprio con loro si sarebbe poi diretto verso il Bardo.” (da Tgcom24) .


Indiscrezioni, fonti anonime, verbi al condizionale tracciano la rotta verso il Minotauro, la mitica pubblica opinione. Mitica come il mostro perché un’ opinione pubblica non esiste e sempre meno esisterà, travolta da quella fame giustizialista che allevia ansie volutamente instillate nella popolazione.
Vitali sono i problemi del nostro tempo, scarse le capacità di quelli che li dovrebbero capire e affrontare. Occorre loro, per restare sulla vetta dove si sono arrampicati, cadenzare notizie placebo. Il giornalismo collaborante, e in Italia la generalità lo è, si acconcia. Si fa barca che, dalla sconfitta Atene della Ragione, trasporta il tributo al Minotauro. Là nel Labirinto dove siamo noi, mitica pubblica opinione.


Il giornalista Amedeo Ricucci  – in un post pubblico della sua pagina Facebook – il giorno 20 maggio anticipava “Sull’arresto di Abdel Majid Touil ieri pomeriggio, mentre molte testate italiane sbattevano in prima pagina la faccia del “mostro” che aveva prima “ideato”, poi “eseguito”, infine “supportato” la strage al museo del bardo a Tunisi, mi sono permesso di avanzare qualche dubbio e di far notare i “toni” molto più prudenti usati dalla stampa internazionale.
E il 21 Ricucci raccoglieva, come quadrifogli in un prato, rari spunti di giornalismo “pensato” 

Oggi scopro che i miei dubbi non erano così peregrini, tant’è che diversi stimati colleghi, invece di accodarsi al gregge, li condividono. Cito:

1) “Nessuno spiega perché si sia deciso di annunciare con grande enfasi la cattura di un “pericoloso terrorista” prima di verificare la fondatezza delle accuse” (Fiorenza Sarzanini, Corriere della Sera). La stessa Sarzanini aggiunge: “Se era inserito in una cellula terroristica che pianificava un attacco così eclatante, perché aveva deciso di lasciare il suo Paese qualche settimana prima, entrare in Libia e poi partire con un mezzo di fortuna per raggiungere il Paese dove vive la sua famiglia”?”.

2) Sulla Stampa Paolo Colonnello: “Come ha fatto a rientrare in Italia dalla Tunisia se davvero è tornato lì per compiere l’attentato?”‘. E poi: “Non solo la famiglia ma anche i vicini testimoniano che non si è mai mosso da Gaggiano: come si spiega?”

3) Su Repubblica Carlo Bonini: “Cosa prova la circostanza che questo giovane marocchino sia arrivato in Italia su un barcone? Nulla. Anzi è la prova che i barconi della disperazione sono la più insicura delle rotte eventualmente scelte per infiltrarsi.. Perché chi arriva via mare viene subito identificato e cessa dunque di essere invisibile appena mette piede sulle nostre coste”.

Ce n’è abbastanza. direi, per guardare a questa vicenda con occhio meno da pesce lesso. Ricordandoci ad esempio che il nesso barconi/terrorismo islamico è solo un “teorema” politico e senza dimenticare poi che le autorità tunisine hanno un disperato bisogno di trovare dei colpevoli per quella strage del 18 marzo che ha messo a nudo tutta loro debolezza di fronte al pericolo del terrorismo islamico.

 

Google+

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Mariposa permalink
    21 maggio 2015 12:51 pm

    Mamma mia…. è tutto molto grave….
    http://www.uncommons.it/village/litalia-e-malata-di-mente-427

    Liked by 1 persona

  2. 23 maggio 2015 11:49 am

    L’ha ribloggato su News of the World.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

zeitderreife

Meine Bilder, Gedanken und Emotionen

FirstOneThrough

Israel Analysis

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: