Skip to content

Libano: Governo muto, You Stink in piazza e dentro il Ministero

2 settembre 2015

mcc43

Martedì 1 settembre 2015 : è accaduto ciò che era prevedibile. Il Governo non ha risposto alle richieste del movimento. Solo una piccola commedia: Mohammed Manchouk ha rassegnato le dimissioni dalla Commissione per i rifiuti, non dal Ministero dell’Ambiente, il premier Tammam Salam le ha respinte, e lui è rimasto al suo posto.

Anche fisicamente sul posto: bloccato dentro il Ministero da un gruppo di manifestanti entrati nell’edificio, che hanno esposto la bandiera libanese e ricevuto le botte della polizia, come i reporter cui è stato impedito di filmare. Alle 14 il sito web del Ministero è irraggiungibile. La folla, composta da quelli che hanno potuto superare i blocchi stradali, si ammassa davanti all’edificio.
Si cerca di far arrivare bottiglie di acqua agli occupanti, la Croce Rossa tenta di entrare per assistere i contusi: tutti bloccati dalle forze dell’ordine; molti agenti hanno il volto mascherato. Pur nella calca, i poliziotti feriscono con stupefacente precisione proprio uno dei leader della protesta  (video).
Alle 21 circa gli ultimi 14 irriducibili del sit-in all’interno del Ministero, dopo l’arresto, vengono rilasciati. Alle 22, il Ministro Mohammed Manchouk (*) esce da una porta secondaria scortato dagli agenti, che in precedenza avevano disperso le centinaia di manifestanti all’esterno. Bilancio 7 ospedalizzati e 60 curati ambulatorialmente.

Il Libano è l’unico paese civile nel quale i Comuni sono esclusi dalla gestione della raccolta e smaltimento dei rifiuti. La rivolta è scoppiata per motivi concreti più che giustificati ma quasi a sorpresa, innescata da una serie di  articoli e video online di critica al governo per il disastro evidente.
Scrive nell’articolo “The Truth About The #YouStink Movement And Asaad Thebian”   una delle prime attiviste della rivolta: Nadine Mazloum

Nadine Mazloum libano You stink “Questa sfida ha indotto molti, compreso il giornalista Imad Bazzi, a fornire una guida a tutti i soggetti coinvolti, anche per la protezione degli account on-line. Dopo un paio di notti insonni il gioco era fatto. La questione era la nostra capacità -come giornalisti e come i cittadini – di far sentire la nostra voce. E così è stata convocata la prima dimostrazione. All’inizio pochi ma determinati. Da parte mia, questa è stata la prima volta che mi sono sentita obbligata a un impegno volontario con tutto il cuore, il tempo e la dedizione a una causa che non potevo ignorare, mettendo la mia vita a rischio e la mia carriera in gioco. Tutti l’abbiamo fatto. Molti sono stati arrestati, molti sono stati sottoposti a umiliazioni e molti sono stati picchiati. Tarek Mallah, che denuncia gli abusi sui minori, il regista Lucien Bou Rjeily e il giornalista Asaad Thebian sono solo alcuni dei nomi che sono ora nella lista governativa dei “ricercati” –
Ma poi è successo qualcosa. I pochi sono diventati molti, sempre più persone si sono unite, ognuno con la propria serie di richieste, ognuna legittima. Effetto valanga… eravamo in estasi. Per la prima volta dopo anni i libanesi hanno avuto indietro la loro voce. Quello che molti vedevano come una maledizione, noi la guardavamo come una benedizione. “

Per contro, mentre molti sostengono il movimento, altri fanno sabotaggio mirato soprattutto agli organizzatori della prima ora. Imad Bazzi è stato accusato di essere agente CIA/Israele; altri “rivelano” che è stato addestrato da Otpor, l’organizzazione che opera in Serbia di concerto con l’americana USIP .
Asaad Thebian è stato classificato come un agente del druso Jumblat e nemico dei cristiani.
Joey Ayoub sarebbe, sempre secondo i pro-governativi, un cinico liberal/classista/Hezbollah.

Continua Nadine Mazloum:

Gli attacchi online continuano a crescere in termini di aggressività e odio verso i membri di questo collettivo e  i loro sostenitori. Le minacce non in linea stanno diventando sempre più ostili. Perché? Perché, questo gruppo di persone eccezionali è stato in grado di resuscitare la volontà e l’autostima del popolo di fronte a un governo, che fino alla data di oggi rifiuta di vederci come esseri umani, e ci tratta come pedine.
Divide et impera. Questo è il principio che seguono. I loro supporter sono politicizzati; il loro discorso è un’istanza di partizione settaria, la loro visione accecata da interessi personali e dal loro ego, ma le loro tasche traboccano tutte di denaro contante insanguinato e pile di spazzatura.

 

.

(*) Mohammed Machnouk è ministro dell’ambiente, nei media viene indicato come ministro degli interni per confusione con il vero titolare Nouhad Machnouk

 

Google+

Annunci
One Comment leave one →
  1. 2 settembre 2015 12:16 pm

    Storie di coraggio, storie di persone che hanno dignità…e da un piccolo ruscello vien fuori il fiume…
    Avanti così…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

zeitderreife

Meine Bilder, Gedanken und Emotionen

FirstOneThrough

Israel Analysis

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: