Skip to content

Elezioni Olanda numeri vs opinioni

16 marzo 2017

mcc43

“Ma la realtà è che gli olandesi hanno respinto la politica economica della coalizione, l’hanno sanzionata, di conseguenza significa che il paese non sta così bene come suggerirebbe un tasso di crescita gonfiato dalle ri-esportazioni  [*nota] da Rotterdam e dagli effetti relativi alle agevolazioni fiscali per le multinazionali.”

Questa l’estrema sintesi di La Tribune dello scossone impresso alla coalizione di Governo, composta dai liberali del VVD: Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia  di Mark Rutte e dal PvdD: Partito del Lavoro. Quest’ultimo ha più pesantemente pagato il malumore elettorale con 29 seggi in meno rispetto alle elezioni del 2012, mentre i liberali ne hanno persi “solamente” 8. Si tratta di una batosta velata dall’immagine falsata che si è voluto dare alla campagna elettorale.

Prima di tutto si è attribuito al risultato una chiave pro o contro la UE, in conseguenza del non ancora superato choc-referendum-Brexit.
Secondariamente si è voluto presentare il partito della destra xenofoba di Geert Wilders come un possibile  vincitore, un prodotto del malessere razzista che si evidenzia in vari paesi. In realtà il PVV, orwellianamente autodefinitosi Partito per la Libertà, è tutt’altro che nuovo. Nasce nel 2004 con l’uscita di Wilders dal VVD, cui però ha dato sostegno fino al 2012, quando ha ritirato l’appoggio al governo Rutte.

Si è voluto nascondere o sottovalutare che l’elettorato era tutt’altro che incline a guardare con crescente entusiasmo ai partiti di stampo xenofobo o anti-islamico.

jesse-klaver-olanda– Il partito vincitore morale di queste elezioni, infatti, è il Partito dei Verdi che passa da 4 a 14 seggi. Il leader Jesse Klaver, si tenga presente, è figlio di padre marocchino e di madre con ascendenze indonesiane.

– Si è taciuta perfino l’esistenza di  Denk,  un denk-party-netherlandstermine che in olandese significa “Pensiero” e in turco “Uguaglianza”. I fondatori sono due turco-olandesi, già deputati per il partito laburista con il quale avevano rotto nel 2014. Esordiscono in Parlamento con 3 seggi.

Su questa rappresentazione falsata della campagna elettorale ha fatto irruzione la crisi con la Turchia: il divieto ai rappresentanti del governo turco di fare campagna per il referendum costituzionale cui sarà chiamato tra qualche settimana il popolo turco.

Un divieto manifestato dal governo Rutte in modo plateale: negando il diritto di atterraggio all’aereo del ministro degli esteri e l’accesso al consolato turco di Rotterdam della ministra della famiglia.
E sostenuto con metodi brutali: cannoni ad acqua e cani, contro i manifestanti di origine turca che protestavano a Rotterdam.

Se Rutte ha cercato di inseguire Wilders sulla strada della durezza repressiva ha dimostrato di non aver il polso del suo elettorato, perdendone così il 5,3 % sul 2012.
Poichè Wilders è passato dal 10,1 al 13,3, e avendo i media impostato la consultazione come un match fra i due, è lui ad aver accumulato punti.

Nessun partito era disposto, tali erano le dichiarazioni, a formare una coalizione con Wilders qualora il suo partito avesse scavalcato i liberali. Non era pertanto pensabile un futuro governo guidato dal PVV. Rutte, pertanto, aveva in ogni caso la possibilità di ricevere l’incarico di formare una coalizione.
Il risultato deludente del suo partito è probabilmente all’origine della decisione di affidare una prima esplorazione a Edith Schippers, ministra della salute, scrive  oggi DutchNews.nl
Sarà un processo molto lungo, visto il nuovo panorama dei seggi parlamentari, prima che il nuovo governo possa essere composto e assumere i poteri.


Percentuali 2012 e 2017 a confronto   

Questo slideshow richiede JavaScript.

*nota: Il 46 % del valore delle esportazioni olandesi è costituito da ri-esportazioni di merce di produzione straniera, il che spiega l’importanza di Rotterdam come portale del commercio europeo.

Google+

Annunci
3 commenti leave one →
  1. 16 marzo 2017 10:15 pm

    l’articolo einteressante perche fornisce diverse informazioni utili.

    mi sembra perosbagliato il titolo, un poco provocatorio ed arrogante, ma in fondo ingenuo: i numeri in se stessi non hanno nessuna verita e dunque neppure nessuna opinione.

    c’eun punto di dissenso netto da parte mia, ma non ti dico nessuna novita:

    ti faccio una domanda: a parte Erdogan, sapresti indicarmi qualche altra situazione nella quale un paese straniero pretende di fare comizi nelle piazze altrui senza l’autorizzazione del governo legittimo?

    francamente mi lascia totalmente sconcertato che tu non percepisca la gravita` assoluta di questo precedente, fortunatamente bloccato sul nascere.

    e fino a che non ci sono morti o feriti gravi, tutti i metodi usati vanno bene.

    nessun paese puo` accettare che attraverso l’immigrazione si costituisca al suo interno una presenza straniera che si considera sottratta alla legge ordinaria.

    un precedente cosigrave pone le premesse dell';espulsione forzata e piu che giustificata di chi, invece che migrante disponibile ad integrarsi, si sente invasore e portatore di leggi sue.

    e se il governo olandese a questo punto decidesse l’espulsione di chi ha violato la legge consapevolmente come straniero?

    sarebbe forse eccessivo, nel caso concreto, ma non assolutamente sbagliato.

    siamo su un terreno molto scivoloso: occorre fermare questa deriva con atteggiamenti fermi fin dall’inizio perche puo` portarci a forme di guerra interna incontrollabili.

    Mi piace

  2. 16 marzo 2017 10:43 pm

    Io credo invece che i numeri diano proprio l’evidenza che i commenti gaudiosi circa la vittoria dei liberali sono una manipolazione del pubblico.
    Le tue argomentazioni sul fare campagna in altro paese le conosco dal tuo articolo e mi sembrerebbe meglio svilupparle sganciate dal discorso sui risultati elettorali.

    Tuttavia, come semplice osservatore italiano:
    – se venisse un politico straniero a fare una manifestazione per un evento elettorale di casa sua non mi darebbe alcun fastidio, non lo troverei una violazione di alcunché. Anzi: immagino di essere un italiano con tanti altri a lavorare in un paese straniero e mi sarebbe utile che i politici venissero a spiegarmi ciò su cui dovrei poi dare il voto per corrispondenza.
    – Invece, Ovviamente, voglio che sia impedito a un politIco straniero di venire a parteggiare per un qualsiasi partito in una nostra campagna elettorale!
    – Ad ogni modo, se le leggi di un dato paese non lo consentono mai, benissimo,
    però non si azzannano quelli che protestano come è stato fatto a Rotterdam. Non per lo meno quando il premier è di un partito che si chiama Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia.
    ps. e comunque fare il Wilders a Rutte non è servito, anzi ha giovato a Wilders che ha preso voti, non è stato fermato affatto.

    Mi piace

    • 19 marzo 2017 9:10 pm

      qui non sto parlando di commenti gaudiosi sulla vittoria elettorale di una destra non razzista in Olanda, che non ho mai fatto, anche se tiro un respiro di sollievo per la prevedibile (e prevista) sconfitta di Wilders, ma del diritto di un governo di non vedere le piazze del suo paese occupate da un governo straniero che viene a farsi propaganda elettorale.

      tu hai attaccato questo diritto indiscutibile in modo molto pesante e con una visione molto superficiale del problema, se permetti.

      hai fatto propaganda e non riflessione.

      non ci si sottrae ai condizionamenti della propaganda scegliendo i condizionamenti di una propaganda uguale ed opposta, ma staccandosi da tutte le forme di propaganda e affrontando i problemi ad un livello diverso.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

zeitderreife

Meine Bilder, Gedanken und Emotionen

FirstOneThrough

Israel Analysis

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: