Skip to content

Tre ragazze palestinesi di Tel Aviv: In between

18 aprile 2017

mcc43

Capita di fidarsi della critica positiva e del titolo di un film. Leggendo che l’opera prima “Libere disobbedienti innamorate”della regista palestinese Maysaloun Hamoudi narra di tre ragazze arabo-israeliane di Tel Aviv le mie aspettative sono schizzate in alto. I Palestinesi cittadini dello stato di Israele sono un argomento negletto. Come vivono l’estraneità che loro attribuisce lo “stato ebraico” di cui hanno la cittadinanza? Quali sentimenti intercorrono con i connazionali ebrei?

La loro esistenza nella letteratura è affidata a scrittori ebrei, come Yehoshua e Grossman, agli assai meno tradotti e conosciuti palestinesi Emil Habibi e Sayed Kashua. L’impressione che se ne ricava è quella di uno stare accanto ignorandosi. Il titolo inglese “In between”, nel mezzo, mi ha fatto sperare nel racconto di un tentativo di avvicinamento, in realtà le tre ragazze del film vivono in una Tel Aviv che non si vede (le riprese sono quasi interamente in interni) e gli israeliani ebrei compaiono fuggevolmente in due o tre occasioni: una cameriera scostante e un collega seduttivo.
Del tutto insensato il titolo italiano, che solo nel “disobbedienti” coglie almeno il disagio di essere, come tutte le ragazze al mondo, diverse dalla generazione precedente. Di disobbedienza alla separazione fra la maggioranza ebrea e il 20 per cento dei Palestinesi israeliani non c’è neppure l’ombra; anche gli innamoramenti sono tiepidi, incerti, e la libertà è, al più, una convulsa trasgressione privata. Non un bel ritratto. Un ritratto vero? Impossibile a dirsi perchè la regista espone il fare delle protagoniste e dei comprimari palestinesi, ma ben poco del loro intimo sentire.

libere-disobbedienti-innamorate

Salma nasconde la sua omosessualità lasciando che i genitori avviino le trattative per un fidanzamento che lei non ha intenzione di tradurre in matrimonio. Quando la famiglia, di religione cristiana, la scopre in effusioni lesbiche, non combatte la sua battaglia personale, non ha sete di libertà e intensità di amore per la compagna, semplicemente decide di abbandonare tutto ed emigrare. Così come aveva abbandonato il posto di lavoro quando le era stato chiesto di non parlare in arabo.

Layla, l’agnostica, vive di femminismo, di arroganza e di spinelli. Di tutto ciò che serve a reprimere i sentimenti. Allorché inizia una relazione che l’assorbe emotivamente – cui spera di dare un seguito ed entrare a far parte della famiglia musulmana di lui – oscilla fra il fingere di possedere qualità tradizionali di casalinga e il rivendicare “non lascerò mai il mio stile di vita“.  Sebbene al suo uomo abbia offerto di sé un’immagine non del tutto sincera, vorrebbe che fosse lui a combattere e a imporla alla famiglia.

Nour non è per nulla una ribelle, ma una dolce, tranquilla musulmana con l’hijab. Da studentessa fuori sede convive con le altre, il che non piace al suo fidanzato, per il quale prova un sentimento di amicizia più che di passione.
Proprio nel proseguimento della storia di Nour emergono le due figure meglio caratterizzate, due personaggi che provocano nello spettatore un po’ di sorpresa.
Il fidanzato Wisam, sotto l’apparenza di buon musulmano tradizionalista, sollecito del benessere della futura sposa, si rivela un bigotto stupratore.
Il padre di Nour, musulmano osservante, sa schierarsi con la figlia violata: “Lui non vale una sola delle tue lacrime”.

Si dice che la regista Maysaloun Hamoudi, pluripremiata forse perché donna e palestinese – e perché la sua opera nulla denuncia della politica di Iraele contro i cittadini palestinesi – sia stata colpita da una fatwa di fondamentalisti inferociti. Se ciò è vero, si tratta di fondamentalisti che non si intendono di cinema.
Il film non arreca alcun danno alla morale, provoca solamente allo spettatore  la delusione di una mancata occasione di indagare la composita società israeliana, o, perlomeno, renderla presente sullo sfondo.

 

Google+

 

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Moulahazat

A Lebanese Political Blog

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

Raimondo Bolletta

raccontare e riflettere

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Blog di Luigi Cocola

Per un nuovo Risorgimento

In Gaza

and beyond

FONTANA STEFANO BLOG

In base agli art. 21 e 24 della Costituzione Italiana su questo blog parlo di Società, Mafie, Sicurezza, Serrature, Locksmiting, Conoscere l'arte della persuasione per non credere e non cascare nelle frodi, nell'azzardo e nelle dipendenze. Antifraud, Antifrode, Addiction, Dipendenze, Azzardo, Gamble.

Brave New Libya

Writings from Benghazi, the spark that started it all

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Global Justice in the 21st Century

commentary on global issues

Uomini Beta

« L'uomo comprende il mondo un po' alla volta e poi muore » Sàndor Márai, Le braci

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

L' essenziale e' invisibile agli occhi

" Emancipate yourselves from mental slavery .. None but ourselves can free our minds. "

Divagazioni

Pensieri, articoli, lettere, Interviste, dossier, foto, audio, video e altri documenti su tutto e su niente in particolare. Elucubrazioni di una mente (di)vagante

Cor-pus

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

News of the World

news from all the world

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

azelin.wordpress.com/

A clearinghouse for jihādī primary source material, original analysis, and translation service

AFFAIRES FAMILIALES &_DROITS_DES_ENFANTS

EXCLUSION PARENTALE et ALIENATION PARENTALE - Maltraitance_psychologique - Enfant-otage / Enfant-soldat http://affairesfamiliales.wordpress.com

/ ca gi zero /

Sometimes here, sometimes not

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

Dully Pepper24H

Arte pelo Amor, Arte pelo Mundo, Arte pela Paz!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

Magik World

"Non bisogna vedere per credere, ma credere per vedere"

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

QUAND LE VILLAGE SE REVEILLE

"Quand le village se réveille" est un projet de collecte et de diffusion de traditions et de la culture malienne à travers des images, des audios, des vidéos, et textes et des témoignages des sages: la culture malienne à la portée de tous à travers les TIC.

Occupied Palestine | فلسطين

Blogging 4 Human Rights & Liberation of Palestine! فلسطين

laFiam

for a realm of consciousness and responsibility

speraben

il blog di angelo orlando meloni

oichebelcastello

migliorare il proprio paese e non solo

Don Charisma

because anything is possible with Charisma

editoriaraba

Libri, autori ed eventi letterari da Maghreb, Medio Oriente e Golfo

Ella Gadda

"Oh, santo Dio, la vita ci raggiunge dovunque!"

Aletho News

ΑΛΗΘΩΣ

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: